Notizie ItaliaPrimo piano

Rischio di PIOGGE ALLUVIONALI: situazione critica a causa di 2 fattori

Nelle prossime ore, le maggiori criticità sul territorio saranno provocate da "effetto Stau" ed "effetto tappo"

L’intensa ondata di maltempo è solo all’inizio: quella di oggi sarà probabilmente la giornata più critica, per l’arrivo di piogge intense con accumuli eccezionali sui settori alpini e prealpini di Nord-Est e tra Liguria di Levante e Appennino tosco-emiliano. Le maggiori criticità sul territorio saranno causate da due fenomeni: l’”effetto Stau” e “l’effetto tappo”.

Fase critica per il maltempo: scatta l’ALLERTA ROSSA in tre regioni

Piogge insistenti e abbondanti: colpa dell’”Effetto Stau”

L’effetto Stau si genera tutte le volte in cui le correnti atmosferiche impattano perpendicolarmente contro una catena montuosa. L’aria, costretta a salire lungo il pendio della montagna (sollevamento forzato o orografico), si raffredderà adiabaticamente. Il raffreddamento favorirà prima la saturazione dell’aria, poi la condensazione del vapore acqueo in eccesso. Ne conseguiranno la formazione di nubi e lo sviluppo di precipitazioni molto insistenti e abbondanti (sotto forma di pioggia o neve) nel versante sopravento della montagna.

Sui settori alpini di Nord-Est e nelle vicine pianure tra Veneto e Friuli, e tra il Levante Ligure e l’Appennino tosco-emiliano, nella sola giornata di sabato potrebbero cadere anche 100-200 mm di pioggia o più. Sulle Alpi sono attese anche abbondanti nevicate in quota che porteranno almeno 1 metro e mezzo di neve fresca. In queste condizioni l’incredibile quantità di pioggia e la neve fusa andranno in breve tempo ad ingrossare i fiumi con criticità fino alle coste.

Rischio di allagamenti ed esondazioni a causa dell’”effetto tappo”

Un ulteriore elemento da tenere in considerazione nella fase di maltempo di sabato è il cosiddetto “effetto tappo“. I venti di Scirocco che anche domani soffieranno intensi, con raffiche di burrasca, manterranno il mare molto agitato, sia sul Tirreno che sull’Adriatico. Questa condizione ostacolerà il normale deflusso dei fiumi alla foce, creando – appunto – un effetto tappo che potrebbe dare origine ad allagamenti ed esondazioni lungo le zone costiere. Lo Scirocco – tra l’altro – farà alzare anche il livello della marea nella città di Venezia.

Leggi anche:

Non solo neve, è rischio gelicidio: attenzione al “ghiaccio nero”

Ponte dell’Immacolata a rischio pioggia: la tendenza meteo

Nel weekend codice arancione a Venezia per l’acqua alta

L’articolo Maltempo, sabato rischio di piogge alluvionali: situazione critica a causa di 2 fattori proviene da Icona Clima.

Tags

Articoli correlati

Back to top button