Notizie mondoPrimo piano

Uragano ETA fa vittime e danni nel Centro America: atteso fino ad 1 METRO di pioggia

Eta potrebbe portare accumuli di pioggia eccezionali, con addirittura picchi di 1 metro nel nord-est del Nicaragua e in settori dell'Honduras

L’impatto dell’uragano Eta sul Nicaragua è stato devastante. L’occhio di Eta è arrivato sulla terraferma nella giornata di ieri, quando l’uragano si trovava al massimo della sua potenza: Eta ha fatto landfall sulle coste del Centro America come un intenso uragano di categoria 4, molto vicino a categoria 5. Sono almeno 3 le vittime dell’uragano: due minatori del Nicaragua e una bambina di 12 anni travolta da una frana in Honduras.

Nel momento del suo arrivo sul Nicaragua i venti di Eta soffiavano a oltre 220 km/h, con raffiche superiori. La pericolosità di Eta è dovuta anche alla sua lentezza: l’uragano infatti si muove molto lentamente, a circa 9 km/h. Questo significa che Eta insiste per molto tempo sulle stesse zone, portando piogge torrenziali, venti intensi e mareggiate. L’onda di tempesta (storm surge) ha alzato il livello del mare lungo le costa fino a 4-6 metri, allagando molti settori.

Attualmente Eta è ancora un uragano di categoria 2, con venti che soffiano ad oltre 140 km/h . Nei prossimi due giorni, durante il suo passaggio sulla terraferma tra Nicaragua e Honduras, Eta si indebolirà rapidamente. Questo, però, non significa che il suo impatto sarà meno intenso.

Complessivamente, infatti, Eta potrebbe portare accumuli di pioggia eccezionali, con addirittura picchi di 1000 mm (1 metro!) nel nord-est del Nicaragua e in settori dell’Honduras. Attese piogge forti anche in Guatemala, Belize, Panama e Costa Rica, con accumuli fino ad un massimo di oltre 600 mm.

L’uragano Eta sul Centro America, ma potrebbe raggiungere anche Cuba e la Florida

Eta però potrebbe non morire così facilmente. Secondo le proiezioni c’è la possibilità che Eta possa sopravvivere al suo passaggio sulle terre emerse e raggiungere di nuovo il mare aperto, dove potrebbe intensificarsi nuovamente a tempesta tropicale. Se questo dovesse verificarsi, Eta potrebbe impattare anche sull’isola di Cuba per poi dirigersi verso nord, in direzione della Florida.

La stagione 2020 degli uragani atlantici sta entrando nella storia

L’uragano Eta è la 28ma tempesta della stagione 2020, una stagione che sta entrando sempre di più nella storia. Tra il 1966 e il 2020 si tratta della prima stagione pari merito per il numero di tempeste atlantiche (28) e la seconda pari merito per il numero di uragani (12). Ma la stagione 2020 è entrata nella top5 anche per numero di major hurricanes (5), ossia uragani intensi di categoria 3 o superiore, e per numero di giorni con tempeste nominate (100).

Leggi anche:

L’INVERNO piomba sul NORD-EST degli STATI UNITI

CALDO anomalo, all’ALBA valori superiori a quelli tipici delle ore più calde

Le ultime notizie da IconaClima:

Dai fondali dell’Artico salgono bolle di metano: la scoperta apre un nuovo capitolo della crisi climatica

Mare inquinato, il progetto italiano per trasformare i rifiuti in carburante

 

 

Tags

Articoli correlati

Back to top button