Notizie ItaliaPrimo pianoVideo

FREDDO in aumento: ecco dove sarà più sensibile il CROLLO TERMICO

Prepariamoci a un clima decisamente più freddo del normale: domenica temperature in picchiata al Centro-Nord e in Sardegna, all'inizio della prossima settimana anche al Sud

L’Italia si prepara ad affrontare una nuova ondata di maltempo che, oltre a piogge molto intense con il rischio anche di nubifragi, porterà sul nostro Paese anche un clima insolitamente freddo per il periodo.

Tra domenica e lunedì le temperature crolleranno in tutta Italia, e il clima resterà più freddo del normale anche nei prossimi giorni. Nella giornata di domenica il crollo termico sarà sensibile soprattutto al Nord e in Sardegna, dove si raggiungeranno valori al di sotto della media stagionale e, anche nelle ore più miti, sarà difficile superare i 15-17 gradi. Assisteremo anche al ritorno della neve, che sulle Alpi arriverà a imbiancare zone anche al di sotto dei 1.500 metri.

Guarda la mappa delle temperature in tempo reale

Lo sbalzo termico sarà davvero notevole: in alcuni casi le temperature domani potranno scendere in picchiata anche di 10 gradi rispetto alla giornata di oggi. Tra le principali città, spicca lo sbalzo previsto a Bolzano, che passerà dai 22 gradi previsti per oggi ai 13 attesi domani. L’aumento del freddo si farà sentire anche in molte altre località: 7 gradi di differenza sono attesi a Bologna, Trento e Udine, per esempio. Scenderanno di almeno 6 gradi i valori di Piacenza, Treviso, Trieste, Venezia e Verona. 5 gradi in meno sono attesi, invece, in città come Milano, Bergamo, Brescia, ma anche a Sassari e Olbia.

L’aria fredda si espanderà in seguito a tutta l’Italia: all’inizio della prossima settimana la colonnina di mercurio scenderà in modo sensibile anche al Centro-Sud e in Sicilia.

 

Leggi anche:

Maltempo in intensificazione da sabato sera: RISCHIO NUBIFRAGI. Le previsioni nei dettagli

URAGANO DELTA: violentissimo l’impatto sulla LOUISIANA [VIDEO]

Gli approfondimenti di IconaClima:

Il buco dell’ozono sull’Antartide è uno dei più grandi e profondi degli ultimi anni

Stagione degli uragani 2020: anno quasi record

Tags

Articoli correlati

Back to top button