CopertinaPrevisioni

MALTEMPO in arrivo, torna il RISCHIO NUBIFRAGI: tutti i dettagli

L'Italia si prepara ad affrontare una nuova fase di maltempo: rischio nubifragi, venti intensi e temperature in picchiata. Torna anche la neve sotto i 1.500 metri

Il maltempo torna a minacciare l’Italia, dopo una breve tregua che ci ha concesso solo un paio di giorni di tempo stabile. Una nuova perturbazione sta per investire l’Italia: è la numero 5 di ottobre, e nella seconda parte della giornata di oggi raggiungerà il Nord e la Toscana, dove porterà piogge intense soprattutto tra stasera e la giornata di domani. Domenica il maltempo si estenderà velocemente anche alle altre regioni centrali e alla Campania, per poi coinvolgere tra la notte e lunedì anche tutto il resto del Sud.
Soprattutto a partire da domani osserveremo anche un rinforzo dei venti e un brusco calo delle temperature, destinate a scendere in picchiata fino a raggiungere, entro lunedì, valori al di sotto della media.

Maltempo in intensificazione soprattutto da stasera: le previsioni per le prossime ore

Al Nord e in Toscana osserveremo un aumento delle nuvole già dal mattino, con locali piogge fra la Liguria centro-orientale e l’alta Toscana. Nella seconda parte della giornata anche l’arco alpino sarà raggiunto dalle prime piogge.

Controlla le piogge in tempo reale con il RADAR METEO

Il maltempo si farà più intenso e diffuso soprattutto dalla sera: ci sarà il rischio di forti piogge specie su Lombardia centro-orientale, basso Piemonte, Liguria, Triveneto, nord ed ovest dell’Emilia e Toscana nord-occidentale. Sulle Alpi centro-orientali quota neve in calo fino a 1.700 metri in Alto Adige, ma in ulteriore generale abbassamento nella notte.
Nel resto del Paese tempo in prevalenza soleggiato, con tendenza a un aumento delle nubi verso sera su Sardegna, Marche e regioni tirreniche, con possibili piogge o rovesci a fine giornata.

Temperature massime in leggero calo sulla Toscana, in lieve rialzo al Sud e in Sicilia; valori fino a 20-22 gradi al Centro-Nord, fino a 23-24 al Sud e Isole con punte di 25-26 gradi sulla Sicilia. Venti di Libeccio in rinforzo sul basso Ligure, di Maestrale sul Mare di Sardegna. Mari generalmente calmi o poco mossi, ma con moto ondoso in aumento a fine giornata su Mar Ligure, Mare di Corsica e di Sardegna.

Domani il maltempo si estenderà a gran parte dell’Italia: rischio nubifragi soprattutto nella notte tra domenica e lunedì

Mentre resisteranno le schiarite all’estremo Sud, sulla Sicilia orientale e all’estremo Nord-Ovest, in gran parte dell’Italia il cielo sarà nuvoloso, con alcune precipitazioni. I fenomeni saranno più frequenti e intensi, anche sotto forma di rovesci e temporali, su est e sud della Lombardia, regioni nord-orientali, Levante ligure, regioni centrali tirreniche, Umbria, nord delle Marche e della Campania. Nel corso della giornata isolate piogge o brevi rovesci saranno possibili anche su ovest Lombardia, Ponente ligure, Sardegna, Abruzzo, Molise e ovest Sicilia.
Quota neve in calo fino a 1300-1600 metri sui rilievi del Triveneto, anche a quote inferiori nel nord dell’Alto Adige.

maltempo neve

Tra sera e notte marcato peggioramento su tutta la Sicilia e nel resto del Sud, a partire dal versante tirrenico: localmente ci sarà il rischio di nubifragi.

Temperature massime in sensibile diminuzione al Nord e sulla Sardegna nord-occidentale. Valori in calo, ma meno marcato, anche nel resto dell’isola, su Toscana, Umbria e Lazio. Locali rialzi al Sud e sulla Sicilia, con punte di 26-27 gradi sull’isola e in Calabria.

Venti in rinforzo: forte Maestrale sulla Sardegna; da est o nord-est al Nord, con Bora tesa o forte, in serata, sull’alto Adriatico; moderati o tesi di Libeccio nel Tirreno, da deboli a localmente moderati, meridionali, nel resto del Centro-Sud. Sarà agitato il Mare di Sardegna; mossi o molto mossi alto Adriatico, Mare di Corsica, Tirreno centro-settentrionale e Canale di Sardegna; poco mossi o localmente mossi i restanti mari.

Leggi anche:

La tendenza meteo per i PROSSIMI GIORNI

URAGANO DELTA: violentissimo l’impatto sulla LOUISIANA [VIDEO]

Gli approfondimenti di IconaClima:

Il buco dell’ozono sull’Antartide è uno dei più grandi e profondi degli ultimi anni

Stagione degli uragani 2020: anno quasi record

Tags

Articoli correlati

Back to top button