Copertina

Maltempo fino a domenica: fase critica per piogge, vento e neve abbondante

Accumuli di pioggia ingenti soprattutto al Nord-Est, dove in quota sulle Alpi potrebbero accumularsi in pochi giorni anche 2 metri di neve fresca

Una nuova pesante ondata di maltempo sta investendo l’Italia in questa parte finale della settimana, a carico di una nuova perturbazione nord atlantica (la numero 2 del mese), che interesserà tutte le nostre regioni: tra oggi e domani quelle settentrionali, le centrali tirreniche e la Sardegna; tra la fine di sabato e la giornata di domenica toccherà anche al Sud e ancora al Centro e al Nord-Est.

Le precipitazioni potranno rivelarsi in alcuni casi molto intense e insistenti, anche sotto forma di rovesci e temporali sulle regioni centro-meridionali e all’estremo Nord-Est, con il rischio di locali nubifragi.

La neve cadrà particolarmente abbondante in tutto il settore alpino, con accumuli eccezionali entro la fine di domenica, fino anche a 2 metri in quota nel settore centro-orientale. In val padana torna la neve nella giornata odierna nel settore occidentale: in particolare su Piemonte, entroterra ligure centro-occidentale ed estremo ovest Lombardia, con accumuli localmente significativi al suolo.

Come se non bastasse, la ventilazione si intensificherà ovunque, con raffiche di Scirocco fino a burrascose, mari di conseguenza fino a molto agitati e con l’acqua alta a Venezia. Nessun miglioramento definitivo in vista per il ponte dell’Immacolata: altre perturbazioni potrebbero raggiungere l’Italia, in un contesto climatico che al Nord resterà invernale.

Oggi fenomeni intensi, con neve fino in pianura al Nord-Ovest

Su regioni di Nord-Ovest e, dal pomeriggio, anche su Triveneto, Emilia occidentale, Toscana e Sardegna, tempo perturbato con precipitazioni diffuse, da moderate a localmente forti. Nel nord-ovest della Toscana rovesci e temporali localmente intensi. Nelle Alpi e nell’entroterra ligure centro-occidentale (Savonese in particolare) nevicate abbondanti fino a fondovalle.

Neve fino in pianura su Piemonte ed estremo ovest Lombardia (specie nel Varesotto) con quota neve in leggero rialzo nel corso del pomeriggio e soprattutto dalla sera (200-400 m), quando i fenomeni tenderanno ad attenuarsi, per poi esaurirsi nella notte.

Dal pomeriggio piogge a carattere più isolato anche su Lazio, nord della Campania e, dalla sera, in Umbria. Ultime precipitazioni in esaurimento questa mattina nel sud della Puglia. In giornata tempo a tratti soleggiato all’estremo sud e sulla Sicilia.

Temperature massime intorno o poco sopra lo zero sulle pianure di Nord-Ovest; in rialzo all’estremo Nord-Est, al Centro, su Campania, Sicilia e Sardegna. Clima mite al Sud e sulle Isole. Venti: meridionali, da moderati a forti sui mari di ponente e sull’Adriatico settentrionale; raffiche fino a molto forti o burrascose (70-80 Km/h) tra il Ligure meridionale e il Tirreno settentrionale, dalla sera anche sull’alto Adriatico. Mari: generalmente mossi, fino a molto mossi l’Adriatico al largo, il Tirreno occidentale, i Canali delle Isole; agitati l’alto Tirreno, il mare di Corsica e il mar Ligure; possibili mareggiate sulle coste della Liguria di levante. Acqua alta nella laguna veneta.

Sabato piogge insistenti e abbondanti al Nord-Est e tra Levante Ligure e Toscana

Giornata abbastanza soleggiata con cielo da poco a parzialmente nuvoloso su medio Adriatico, nord della Puglia e versante tirrenico di Calabria e Sicilia; cielo da nuvoloso o coperto nel resto d’Italia. Al Nord precipitazioni soprattutto a ridosso delle Alpi orientali e vicine pianure, sull’est della Lombardia, nel Levante ligure e in Emilia, tempo asciutto invece all’estremo Nord-Ovest. Quantitativi di pioggia particolarmente abbondanti tra alto Veneto e Friuli con fenomeni in ulteriore intensificazione e insistenti nella seconda parte della giornata.

Nevicate nelle Alpi, intense e con accumuli abbondanti in quelle centro-orientali con limite fino a 800-1200 metri, più elevato (fino a 1500 m) lungo le Prealpi orientali e in Carnia; neve inizialmente fino a 500-600 metri in Ossola e sull’Appennino ligure.

Tempo instabile con numerosi rovesci o temporali, più diffusi nella seconda parte della giornata, su Sardegna, Toscana, e Lazio con piogge più deboli e isolate fino all’Umbria e al nord della Campania. Verso sera sviluppo di rovesci o temporali in Sicilia e nel settore ionico.

Temperature minime per lo più in rialzo, massime in calo nel settore ligure e in Sardegna, in aumento invece al Nord-Est, al Centro-Sud e in Sicilia dove affluirà aria più mite sospinta da venti meridionali molto forti. Lo Scirocco soffierà con raffiche anche di burrasca sul Tirreno e l’Adriatico con condizioni favorevoli all’acqua alta nella laguna veneta. Mari: fino a molto agitati l’alto Adriatico e il Tirreno centrale, da molto mossi ad agitati tutti gli altri bacini.

Leggi anche:

Nel weekend codice arancione a Venezia per l’acqua alta

Spagna, tempesta in Galizia con onde di 9 metri: è allerta rossa

Neve fino in città oggi al Nord-Ovest: la situazione [FOTO e VIDEO]

L’articolo Maltempo fino a domenica: fase critica per piogge, vento e neve abbondante proviene da Icona Clima.

Tags

Articoli correlati

Back to top button