CopertinaPrevisioni

Meteo, CROLLO TERMICO e VENTI IMPETUOSI: raffiche oltre i 100 km/h

Oggi graduale miglioramento, ma il maltempo si intensificherà di nuovo domani: torna il RISCHIO NUBIFRAGI

Un’intensa perturbazione a carattere di fronte freddo ha provocato un brusco peggioramento delle condizioni meteo in tutte le regioni italiane. Oggi il tempo è in miglioramento al Nord e nel corso della giornata andremo incontro a un’attenuazione del maltempo anche al Centro-Sud. Ma i venti intensi che seguono la perturbazione sferzeranno ancora l’Italia: colpiranno con violenza soprattutto la Sardegna, dove le raffiche potranno superare anche abbondantemente i 100 km orari e le onde potranno raggiungere l’impressionante altezza di 7 metri.

VENTO DI TEMPESTA: raffiche a 130 km/h e ONDE SPAVENTOSE

Sull’Italia si estende anche una massa d’aria fredda, che oggi determinerà un brusco calo delle temperature: i valori crolleranno anche di oltre 10 gradi rispetto a quelli registrati ieri, e arriveranno ben al di sotto delle medie stagionali.

Primo FREDDO autunnale, temperature come a inizio NOVEMBRE

Domani andremo incontro a un nuovo peggioramento delle condizioni meteo: il maltempo tornerà a intensificarsi soprattutto sulla Sardegna, su molte regioni del Centro-Sud e su parte del Nord-Est. Ci sarà di nuovo il rischio di fenomeni violenti e nubifragi.

Le previsioni per le prossime ore

Al mattino ampi rasserenamenti al Nord-Ovest, in Emilia e sulla Toscana. Altrove prevarranno ancora le nuvole, con rovesci diffusi sulla Campania e sulla Calabria tirrenica, più isolati nel resto del Sud, in Sardegna e, in attenuazione, nel Lazio; locali piogge coinvolgeranno anche le coste marchigiane. Residui fiocchi di neve lungo le Alpi centrali di confine, oltre i 1.200-1.400 metri.

ALLERTA ARANCIONE SU 3 REGIONI: il bollettino

Controlla la situazione in tempo reale con il RADAR METEO

Nel pomeriggio i fenomeni lungo il basso Tirreno tenderanno ad attenuarsi; possibili isolati temporali su Reatino, Appennino abruzzese, Foggiano e Salento. In serata temporali isolati sul Veneto orientale e nel Grossetano. Dalla notte inizio del nuovo peggioramento, con piogge anche moderate sulla Sardegna.

Temperature in calo su tutte le regioni, i valori crolleranno anche di oltre 10 gradi sulle regioni meridioni e su quelle del medio Adriatico. Al Centro-Nord valori anche sotto i 20 gradi, e con punte non oltre i 22-23 al Sud e in Sardegna, fino a 25-27 in Sicilia.

Venti forti di Maestrale sulle Isole maggiori, con raffiche di tempesta in Sardegna, sul mar Tirreno centrale e meridionale; tesi occidentali sulla Calabria e sul mare Ionio; altrove da deboli a moderati nord occidentali, con rinforzi a carattere di foehn nelle valli alpine del Nord-Ovest. Mari molto agitati attorno alla Sardegna e alla Sicilia, ed il basso Tirreno; molto mosso lo Ionio; da poco mossi a mossi gli altri bacini.

Le previsioni meteo per domani, domenica 27 settembre

Condizioni meteo di nuovo in peggioramento, a causa dell’arrivo di una intensa perturbazione che investirà prevalentemente il Centro-Sud e il Nord-Est. Al mattino piogge e temporali localmente intensi principalmente su Sardegna, Lazio, Campania, bassa Toscana e zone interne del Centro; locali piogge probabili anche sul medio e alto Adriatico. Nel pomeriggio il maltempo si estenderà anche all’Emilia orientale e alla Romagna, e si intensificherà sulle regioni centrali adriatiche, estendendosi anche a Puglia, Calabria e Sicilia. In Sardegna il tempo tenderà a migliorare temporaneamente. Temporali anche forti, con rischio di nubifragi elevato soprattutto in Campania e nel sud-est della Sicilia.
Al Nord-Ovest e sull’Alto Adige tempo prevalentemente soleggiato. Alla sera il tempo migliorerà sul medio Tirreno, mentre rovesci e temporali tenderanno a estendersi al resto del Sud, con successivo miglioramento nella notte. Tra sera e notte piogge in arrivo anche sulle Venezie.

meteo

Temperature in ulteriore calo al Centro-Nord, dove le massime resteranno al di sotto della media con valori in gran parte sotto i 20 gradi; leggero rialzo termico, invece, al Sud e in Sicilia, specialmente sulla Puglia e sul versante ionico dove le massime potranno raggiungere punte di 24-27 gradi.

Venti moderati o tesi di Libeccio su medio-basso Tirreno, Sud e Sicilia, di Maestrale sulla Sardegna. Saranno ancora molto mossi o agitati Mare e Canale di Sardegna, Canale di Sicilia, Ionio e medio-basso Tirreno; mossi Ligure, alto Tirreno e basso Adriatico; in prevalenza poco mosso il medio-alto Adriatico.

meteo

Tags

Articoli correlati

Back to top button