CopertinaPrevisioni

Meteo, BURRASCA AUTUNNALE: raffiche spaventose, rischio NUBIFRAGI e CROLLO TERMICO

Forti piogge e temporali si abbattono sull'Italia, sferzata da freddi venti burrascosi: le raffiche potranno superare abbondantemente i 100 km orari

Il protagonista meteo resta il forte maltempo, che ha investito l’Italia da ieri e non mollerà la presa per diversi giorni. Oggi le condizioni meteo resteranno perturbate al Centro-Nord e a fine giornata sarà coinvolto anche il Sud.

Controlla la situazione in tempo reale con il RADAR METEO

Oltre alle forti piogge e ai temporali violenti, che localmente potranno anche essere responsabili di pericolosi nubifragi, tra i fattori chiave di questa ondata di maltempo c’è il vento, che spazzerà il Paese con un furore eccezionale. Le raffiche potranno superare i 100 km orari, in qualche caso anche abbondantemente: in particolare, domani sulla Sardegna orientale sarà possibile addirittura registrare raffiche fino a 120-130 km/h.

Entro domani tutta l’Italia sarà poi investita da una massa d’aria fredda, che determinerà un vero e proprio crollo delle temperature: nel giro dopo poche ore i valori scenderanno, in picchiata, anche di 10 gradi. Prepariamoci anche al ritorno della neve, che raggiungerà quote decisamente basse per questo periodo: sulle Alpi potremo vedere fiocchi anche a 1.200 metri. Tutti i dettagli

Le previsioni per le prossime ore

Cielo da nuvoloso a molto nuvoloso in gran parte d’Italia; qualche schiarita al Nord-Ovest, sulla pianura emiliana, in Romagna, all’estremo Sud e in Sicilia.
In giornata piogge e temporali localmente intensi saranno possibili su Lombardia, Triveneto, regioni tirreniche fino alla Campania, zone interne del Centro e Sardegna; fenomeni più deboli e isolati anche su Alpi occidentali, est del Piemonte, Levante ligure alta Toscana, settore del medio Adriatico, nord della Puglia e Lucania.

Allerta arancione in 7 regioni e scuole chiuse: tutti i dettagli

meteo venerdi

La quota delle nevicate si abbasserà fino a 1600-2000 metri sulle Alpi nelle ore centrali del giorno, ma in ulteriore calo dalla sera nelle zone più settentrionali: la neve raggiungerà quote insolitamente basse per il periodo. Sempre in serata rovesci o temporali sparsi coinvolgeranno anche la Calabria e la Puglia meridionale.

meteo venerdì neve

Per effetto dei caldi venti meridionali le temperature massime saranno in aumento su medio-basso Adriatico, Calabria e Sicilia, con punte intorno ai 30 gradi, fino ai 32-33 in Sicilia. Altrove valori in calo e in gran parte sotto la media.

Il vento è molto intenso in tutta Italia, con raffiche che localmente potranno anche superare i 100 km orari: da ovest o nord-ovest su Alpi occidentali e Sardegna, da sud o sud-ovest nel resto del Paese. Forte Libeccio in particolare sul Ligure; dalla sera episodi di Föhn nelle valli alpine, e locali rinforzi anche sulla Pianura padana.

Mossi o molto mossi gli altri mari, a parte quelli intorno alla Calabria e Sicilia che saranno poco mossi, ma con moto ondoso in aumento. Sulle coste più esposte le onde potranno anche arrivare intorno ai 5 metri di altezza: ci sarà il rischio di mareggiate, specie sulle coste occidentali della Sardegna e della Sicilia, sulle coste tirreniche e liguri.

Le previsioni meteo per domani, sabato 26 settembre

Il tempo migliorerà al Nord, a partire dal Nord-Ovest, salvo ancora qualche nevicata al di sotto dei 1.500 metri sulle Alpi di confine. Schiarite anche su Toscana, Sardegna tirrenica e Sicilia meridionale.
Cielo nuvoloso altrove con piogge e locali temporali al mattino prevalentemente su medio-basso Tirreno, nel pomeriggio rovesci o temporali isolati al Nord-Est, Abruzzo e Puglia settentrionale. In serata qualche rovescio potrà ancora coinvolgere la Campania e la Calabria tirrenica.

Temperature in picchiata al Centro-Sud, dove i valori crolleranno anche di 10 gradi rispetto a venerdì; massime in calo anche al Nord-Est. Difficilmente supereremo i 22-23 gradi, e al Nord e su parte del Centro le temperature saranno diffusamente al di sotto dei 20 gradi.

meteo sabato freddo

Il vento sarà ancora molto intenso: quasi ovunque soffieranno venti nord-occidentali da tesi a forti, anche di burrasca sulle Isole maggiori, e forti raffiche da nord-ovest spazzeranno anche l’arco alpino.
Le raffiche potranno superare i 100 km orari, e saranno violente soprattutto sulla Sardegna orientale dove sarà possibile sfiorare i 120-130 km/h. Il Mare di Sardegna sarà molto agitato o grosso; agitati o molto agitati Canale di Sardegna, Canale di Sicilia e basso Tirreno; molto mossi o localmente agitati i restanti mari.

Leggi anche:

In arrivo la PRIMA NEVE sulle ALPI: i dettagli

Maltempo a Varese, Luvinate travolta da un’ondata di acqua e fango. Segnalato un disperso

Possibile TORNADO a Monfalcone, in FRIULI [VIDEO]

Gli approfondimenti di IconaClima:

Brasile, gli incendi devastano il Pantanal: è una tragedia ambientale

Raccolta differenziata, l’Italia ha mancato l’obiettivo che si era fissata per il 2012

Tags

Articoli correlati

Back to top button