Notizie mondoPrimo pianoVideo

TEMPESTA ALEX: vento record, raffiche a 186 km/h in FRANCIA [VIDEO]

Venti da uragano per la tempesta che sta colpendo l'Europa: in Italia venti burrascosi e rischio piogge alluvionali sul Nordovest

La tempesta Alex sta colpendo in modo molto duro alcuni settori della Francia. In Bretagna nelle ultime ore è stata registrata una raffica addirittura a 186 km/h di velocità a Belle-île. Raffiche a 157 km/h sono state registrate a Groix e a 135 km/h a Sarzeau.

Nel dipartimento di Morbihan si segnalano numerosi alberi caduti, cartelloni e strutture divelte. Sono al lavoro i vigili del fuoco mentre l’elettricità è saltata in diverse zone per la caduta di alberi sulle linee ad alta tensione. Il tetto di una scuola è letteralmente volato via a Vannes.

Tredici dipartimenti sono sotto allerta arancione per i venti violenti mentre quello delle Alpi marittime, al confine con l’Italia, è in allerta rossa. In quelle zone le piogge potrebbero determinare criticità idrogeologiche con rischio di frane, smottamenti e allagamenti. La situazione è simile a quella che potrebbe verificarsi in Italia, in particolare su Liguria, Piemonte e Lombardia. La tempesta Alex infatti sta richiamando da Sud correnti umide e calde che impattando sui rilievi. Si tratta del pericoloso effetto Stau, un termine tedesco che significa “ristagno”. Nella meteorologia, l’effetto Stau identifica un fenomeno causato dall’impatto dei venti che arrivano perpendicolarmente contro una catena montuosa o un rilievo.

Dopo l’impatto l’aria calda e umida che proviene dal mare tende a salire, a raffreddarsi e a condensare sotto forma di grandi nubi convettive cariche di pioggia, anche temporalesche. Più intensa e persistente sarà la corrente meridionale, tanto più esasperato sarà di conseguenza l’effetto Stau, e quindi anche le precipitazioni che ricadranno al suolo.

Tags

Articoli correlati

Back to top button