Notizie ItaliaNotizie mondoPrimo piano

TEMPESTA in arrivo sull’EUROPA: atteso forte MALTEMPO con raffiche a 120 km/h

La tempesta Aiden/Alex raggiungerà i Paesi più ad ovest del nostro continente, ma una parte di questa perturbazione porterà una intensa fase di maltempo anche in Italia

Ad inizio ottobre sembra sempre più probabile la formazione di una nuova intensa tempesta nell’Oceano Atlantico vicino all’Europa. L’ultima è stata la burrasca Odette, responsabile dei forti venti e del maltempo che  hanno colpito soprattutto Francia, Spagna e Olanda. Entro la fine della settimana un’area di bassa pressione dovrebbe avvicinarsi all’Europa occidentale tra le giornate di giovedì e venerdì.

Il sistema potrebbe intensificarsi molto velocemente nel suo avvicinamento alle coste tra la Francia settentrionale e il sud dell’Inghilterra e c’è la possibilità che segua quella che in gergo viene chiamata “ciclogenesi esplosiva”. Questo fenomeno si verifica quando la pressione interna crolla in modo improvviso, calando di almeno 24 hPa nell’arco di 24 ore. Ad oggi, secondo i modelli è previsto un calo di 25-30 hPa in 24 ore: il modello GFS addirittura stima un calo di 40 hPa in 24 ore. Staremo dunque a vedere se questo verrà confermato dai prossimi aggiornamenti.

La tempesta che verrà probabilmente a formarsi verrà chiamata con il nome “Aiden” dal servizio meteorologico inglese, mentre si chiamerà “Alex” per il servizio meteorologico spagnolo. Si tratterebbe ufficialmente della prima tempesta della stagione 2020-2021, al via il 1° di ottobre, e per questo i nomi a lei assegnati iniziano con la lettera A.

La tempesta colpirà l’Europa occidentale, ma avrà conseguenze anche in Italia

La tempesta dovrebbe colpire con particolare violenza le zone più esposte tra Regno Unito, Irlanda, Francia e Spagna, ma ci sono ancora molte incertezze anche per quanto riguarda la sua traiettoria. Sono attese raffiche di vento tempestose, anche fino a 120 km/h, e giornate di pioggia battente, con accumuli ingenti tra Irlanda del Sud, sud-ovest dell’Inghilterra, Francia occidentale e nel nord della Spagna. Al largo della costa le raffiche potrebbero raggiungere intensità da uragano (oltre i 120 km/h).

Una parte di questa perturbazione arriverà in Italia fra venerdì sera e sabato, in forma leggermente più attenuata per quel che riguarda il vento, ma con precipitazioni comunque molto abbondanti incrementate dall’apporto di ulteriore umidità dal Mediterraneo e dall’effetto stau originato dalle nostre catene montuose.

Leggi anche:

SUDAN martoriato dal MALTEMPO: continuano ad aumentare LE VITTIME

Dal caldo al freddo record in FRANCIA: valori estremi nel weekend

Torna l’ALLERTA ROSSA per gli INCENDI tra OREGON e CALIFORNIA

Le ultime notizie su IconaClima:

Maltempo estremo: nubifragi, grandinate eccezionali e perfino tornado. L’Italia fa i conti con un clima che cambia

Raccolta differenziata, l’Italia ha mancato l’obiettivo che si era fissata per il 2012

Clima, la Cina spiazza tutti: “neutralità climatica” entro il 2060

 

Tags

Articoli correlati

Back to top button