Notizie ItaliaPrimo piano

ALLERTA METEO fino ad arancione: c’è il rischio di FORTI TEMPORALI e GRANDINATE

Perturbazione in transito sul Nord Italia: domani coinvolgerà anche il Centro, poi il Sud

Dopo gli intensi temporali che hanno colpito soprattutto le zone montuose del Nord nella giornata di ieri, le regioni settentrionali sono ancora nel mirino del maltempo e per la giornata di oggi è stata diramata l’allerta meteo fino ad arancione.

Le previsioni nei dettagli per tutta l’Italia

La perturbazione numero 6 di agosto transiterà oggi sul Nord Italia dando origine a un sensibile calo delle temperature e allo sviluppo di molti temporali. In alcuni casi potranno verificarsi fenomeni intensi, con il rischio di nubifragi, grandinate e violente raffiche di vento. Tra lunedì e martedì la perturbazione scivolerà lungo il resto dell’Italia, determinando la fine dell’ondata di caldo anche al Centro-Sud.

meteo domenica temporali

L’allerta meteo

Per la giornata di oggi è stata emessa l’allerta arancione per il rischio di forti nubifragi su alcuni settori della Lombardia (Bassa pianura occidentale, Laghi e Prealpi orientali, Nodo idraulico di Milano, Pianura centrale, Alta pianura orientale, Bassa pianura orientale).

La Protezione Civile ha diramato anche l’allerta meteo gialla su diversi altri settori del Nord:

  • per rischio idraulico sulla Lombardia (Nodo idraulico di Milano);
  • per rischio temporali su Emilia Romagna (Pianura emiliana centrale, Bacini emiliani occidentali, Pianura e bassa collina emiliana occidentale, Bacini emiliani orientali, Pianura emiliana orientale e costa Ferrarese, Bacini emiliani centrali), Lombardia (Media-bassa Valtellina, Lario e Prealpi occidentali, Orobie bergamasche, Valcamonica, Laghi e Prealpi Varesine, Alta Valtellina, Valchiavenna, Appennino pavese), Piemonte (Val Sesia, Cervo e Chiusella, Toce, Pianura Torinese e Colline, Pianura settentrionale) e Veneto (Adige-Garda e monti Lessini, Alto Brenta-Bacchiglione-Alpone, Piave pedemontano, Livenza, Lemene e Tagliamento, Basso Piave, Sile e Bacino scolante in laguna, Basso Brenta-Bacchiglione e Fratta Gorzone, Po, Fissero-Tartaro-Canalbianco e Basso Adige, Alto Piave);
  • per rischio idrogeologico sulla Lombardia (Laghi e Prealpi orientali, Nodo idraulico di Milano, Alta pianura orientale, Bassa pianura orientale).
Fonte: Protezione Civile
Leggi anche:

Meteo, in agguato un nuovo aumento del CALDO: le tempistiche

Gli approfondimenti di IconaClima

Groenlandia, la fusione dei ghiacci ha «superato il punto di non ritorno»: gli effetti rischiano di essere catastrofici

Tags

Articoli correlati

Back to top button