NewsPrimo pianoVideo

In cielo la COMETA NEOWISE: ecco come e quando vederla. FOTO e VIDEO

Il meraviglioso evento sarà visibile ad occhio nudo, meteo permettendo, fino ai primi giorni di agosto

La cometa Neowise sta impreziosendo in modo unico il cielo di questa estate 2020. La cometa è stata scoperta il 27 marzo scorso dalla sonda NEOWISE (Near Earth Object Wide-field Infrared Survey Explorer) della NASA, e ha progressivamente aumentato la sua luminosità diventando visibile a occhio nudo intorno alla metà di giugno. Questo spettacolo inestimabile dovrebbe essere visibile, condizioni meteo permettendo, fino all’inizio di agosto. La distanza minima dalla Terra si verificherà il 23 luglio a 94 milioni di chilometri dalla Terra.

Cometa Neowise: quando e come osservarla

Secondo gli esperti dell’Istituto nazionale di astrofisica (Inaf), fino ad oggi il momento migliore per osservare la cometa era l’alba, tra le 3 e le 4 del mattino puntando lo sguardo verso l’orizzonte di nord-est.
Da domani 11 luglio si potrà ammirarla anche di sera, sempre bassa sull’orizzonte di nord-ovest, fra le 21 e le 24. Nel video in time-lapse della Stazione Spaziale Internazionale la cometa impressiona per la sua bellezza.

Tra il 14 e il 15 luglio la cometa diventerà circumpolare per il Nord Italia, ossia potrà essere seguita per tutta la notte. La cometa Neowise sarà visibile alla sera dalle ore 21 a circa 17 gradi di altezza sull’orizzonte di nord-ovest, passerà alla culminazione inferiore a nord attorno all’una di notte, poi tornerà a salire sull’orizzonte fino a raggiungere i 12 gradi di altezza verso l’alba. Il periodo di visibilità circumpolare durerà fino al 23 luglio.

La cometa apparirà sempre bassa sull’orizzonte, quindi è preferibile osservarla da luoghi con poche luci artificiali e magari con un piccolo binocolo, anche se sarà comunque possibile ammirarla anche a occhio nudo.

La cometa Neowise è a lungo raggio ed era passata l’ultima volta vicino alla Terra circa 4500 anni fa. Il prossimo passaggio avverrà tra circa 6800 anni, dopo che la cometa si sarà allontanata fino a 720 unità astronomiche. La cometa è stata immortalata nei cieli italiani insieme alle meravigliose nubi nottilucenti (Crediti Niccolò Ubalducci)

Eccola immortalata ieri da Paolo Colona, direttore dell’Accademia delle Stelle.

Tags

Articoli correlati

Back to top button