Previsioni

Meteo, nel weekend maltempo al Centro-sud poi arriva il freddo

Rischio di piogge forti e insistenti. Sabato forte Scirocco poi arriveranno venti più freddi da Nord

La tendenza meteo per il weekend vede il maltempo che si farà sentire al Centro-sud con rischio di forti piogge o temporali. All’inizio della prossima settimana, poi, si potrebbe profilare un’irruzione di aria fredda sull’Italia con un conseguente drastico calo delle temperature. Si attiveranno freddi venti settentrionali e i i valori potrebbero scendere in modo sensibile soprattutto al Nord e sulle regioni del versante adriatico.

Sabato maltempo sulle Isole e al Centro-sud e forte Scirocco

Nei settori più settentrionali di Piemonte e Lombardia, su Trentino Alto Adige, nord del Veneto e Friuli tempo ancora soleggiato. Nuvolosità in aumento nelle restanti regioni, più densa e associata a precipitazioni sparse nelle Isole maggiori e sulla Calabria meridionale. Fenomeni anche a carattere di rovescio o temporale, intensi e persistenti, nei settori meridionali e orientali della Sardegna e, dalla sera, anche sulla Sicilia. A fine giornata le precipitazioni si estenderanno al resto del Sud, al basso Lazio, Abruzzo e Molise. Al mattino deboli piogge tra il basso Piemonte e la Liguria centro-occidentale, in successivo esaurimento. Tra sera e soprattutto nella notte numerosi rovesci o temporali in estensione anche nel resto del Sud peninsulare e locali piogge più deboli anche sul medio Adriatico e nelle coste delle Venezie. All’alba presenza di nebbie su Val Padana orientale e coste adriatiche settentrionali.

Temperature minime per lo più in lieve aumento; massime in leggero calo su estremo Nordovest, toscana, Umbria e Sardegna, in leggero rialzo sull’Adriatico e soprattutto al Sud per effetto dello Scirocco.
Venti di Scirocco in intensificazione a iniziare dai mari di Ponente: da teso a forte su Tirreno e basso Ionio, fino a burrascosi su Sardegna e Sicilia.
Mari: molto mossi tutti i mari di ponente e il basso Ionio, fino ad agitati o molto agitati il Tirreno sud-occidentale e i canali delle Isole. Inizialmente poco mossi, ma con moto ondoso in aumento dalla sera, l’alto Ionio e l’Adriatico meridionale.

Domenica rischio di piogge insistenti lungo il settore adriatico

Domenica al Nord tempo soleggiato in Val d’Aosta, Alpi Piemontesi, Riviere liguri, nord ed est della Lombardia, Trentino Alto Adige,Veneto e Friuli Venezia Giulia; nuvolosità sparsa nelle altre regioni con residue deboli piogge in Emilia Romagna. Molte nuvole al Centro-sud anche se non mancheranno ampie schiarite in Toscana e Calabria ionica. Piogge diffuse e insistenti sul medio Adriatico tra Marche meridionali, Abruzzo, Molise e nord Puglia con fenomeni a tratti intensi. Piogge sparse a carattere più intermittente su basso Lazio, Campania, Basilicata, resto della Puglia, Calabria tirrenica e Sicilia; su Puglia meridionale, settore tirrenico della Calabria e in Sicilia piogge a tratti intense sottoforma di rovesci o temporali.

Temperature senza grandi variazioni, in calo a fine giornata al Nord e medio Adriatico.
Venti meridionali in attenuazione sui mari di ponente, soltanto tra il Mar Ligure e l’alto Tirreno la ventilazione sarà ancora tesa o localmente forte ma da nord o nordest. Venti forti o molto forti di Libeccio nello Ionio, da sud nel Salento e di Bora sul medio e alto Adriatico.
Mari mossi o molto mossi, fino ad agitati lo Ionio e i mari intorno alla Puglia meridionale.

Irruzione di aria fredda all’inizio della prossima settimana?

Rimane elevata l’incertezza per la tendenza della prossima settimana. Si potrebbe profilare un miglioramento delle condizioni meteo per l’allontanamento della perturbazione. Sia lunedì che martedì potrebbe prevalere il sole sull’Italia con afflusso di aria più fredda, veicolata da intensi venti settentrionali. Al Nord e sulle regioni adriatiche le temperature pomeridiane non dovrebbero superare i 10°C. Nella giornata di mercoledì possibile nuovo peggioramento al Centro-Sud.

Leggi anche:

Le previsioni per il WEEKEND: alto rischio di PIOGGIA, torna anche la NEVE. Ecco dove

Maltempo in CALABRIA, ecco cosa ha provocato un evento così DEVASTANTE

MICROPLASTICHE anche sulla vetta dell’Everest: siamo riusciti a inquinare ogni angolo del pianeta

Tags

Articoli correlati

Back to top button