CopertinaPrevisioni

Meteo, FORTE MALTEMPO sull’Italia: NUBIFRAGI e CROLLO TERMICO. I dettagli

Italia alle prese con una nuova ondata di maltempo: alto rischio di nubifragi, neve a quote insolitamente basse, vento forte e temperature in picchiata

La perturbazione numero 5 di ottobre ha investito l’Italia determinando un sensibile peggioramento delle condizioni meteo. Nella notte si sono già registrate piogge eccezionalmente abbondanti al Nord-Est, dove il maltempo insisterà anche nelle prossime ore, e le Alpi orientali stanno assistendo all’arrivo della neve anche a quote insolitamente basse per il periodo.

Nel corso della giornata le condizioni meteo peggioreranno anche nelle regioni centrali e poi tra la sera e la notte,la perturbazione investirà anche il Sud e la Sicilia. Anche qui ci sarà un elevato rischio di temporali forti e nubifragi.

L’ondata di maltempo sarà accompagnata da un sensibile rinforzo del vento e da una massa d’aria eccezionalmente fredda per il periodo, che determinerà un vero e proprio crollo delle temperature. Quasi ovunque registreremo valori al di sotto delle medie stagionali, che in alcuni casi saranno addirittura tipici di novembre inoltrato. Oggi le temperature scenderanno in picchiata al Nord e in Sardegna, poi l’aria fredda scivolerà lungo la penisola fino a raggiungere anche l’estremo Sud entro domani sera.

Le previsioni meteo per le prossime ore

Tempo ancora soleggiato in Puglia, Basilicata, Calabria e Sicilia; temporanee ampie schiarite all’estremo Nord-Ovest tra Val d’Aosta, Piemonte e Lombardia nord-occidentale. Molte nubi nel resto del Paese. Piogge sparse e intermittenti su est e sud della Lombardia, Liguria centro-orientale, regioni di Nord-Est e regioni centrali.

Controlla la situazione in tempo reale con il RADAR METEO

In particolare al mattino sono da segnalare fenomeni particolarmente diffusi, localmente intensi e temporaleschi, su Triveneto, Toscana e basso Lazio; nel pomeriggio invece i fenomeni più intensi riguarderanno Friuli Venezia Giulia, Emilia Romagna, Toscana e nord della Campania. Tra sera e notte marcato peggioramento su tutta la Sicilia, con piogge e temporali in estensione al resto del Sud, a partire dal versante tirrenico.
Neve fino a quote di 1100-1600 metri sui rilievi di Lombardia orientale e Triveneto, anche a quote inferiori nel nord dell’Alto Adige.

meteo domenica

Per la giornata di oggi è stata diramata l’allerta meteo su ben 12 regioni:
controlla il bollettino

Temperature in sensibile diminuzione al Nord e sulla Sardegna. In calo, ma meno marcato, anche su Toscana, Umbria e Lazio. Locali rialzi al Sud e sulla Sicilia, con punte fino a 27-28 gradi sull’isola e in Calabria.

Venti quasi ovunque in rinforzo: Maestrale molto forte sulla Sardegna, Bora da tesa a forte sull’alto Adriatico, forte Libeccio sull’alto Tirreno e Tramontana da tesa a forte in Liguria. Nelle zone più ventose sarà possibile registrare raffiche a 60 -70 km, anche superiori in Sardegna. Nel resto del Centro-Sud soffieranno venti moderati meridionali.
Mari: agitato il Mare di Sardegna; mossi o molto mossi alto Adriatico, Mare di Corsica, Tirreno settentrionale, Canale di Sardegna e basso Mar Ligure; poco mossi o localmente mossi i restanti mari.

Le previsioni per domani, lunedì 12 ottobre

Nelle prime ore della giornata tempo perturbato al Sud e sulla Sicilia dove piogge, rovesci e temporali potranno risultare intensi e localmente abbondanti.

meteo domenica

In seguito il maltempo tenderà ad attenuarsi, ma le condizioni meteo resteranno instabili sulle regioni centrali adriatiche, in Umbria, sulla bassa Toscana, sul Lazio e sulla Sardegna con il rischio di precipitazioni sparse e intermittenti, anche sotto forma di rovesci o isolati temporali. Tornerà il sole sul Nord-Ovest, nuvolosità variabile nel resto del Nord, con piogge in Romagna e sull’est dell’Emilia, specie al mattino.

Temperature minime in sensibile diminuzione al Centro-Nord e in Sardegna; massime in calo al Centro Sud e sulla Sicilia, in lieve rialzo su Lombardia e Triveneto. Clima freddo per il periodo al Centro-Nord e in Sardegna: qui i valori saranno inferiori alla norma anche di 5-6 gradi.

I venti soffieranno a rotazione ciclonica, attorno al centro depressionario posizionato sulle regioni centro meridionali. Da segnalare raffiche fino a 70-80 Km/h di Maestrale su mare di Sardegna e Canali delle Isole, di Scirocco su mar Ionio e Canale d’Otranto; Bora fino a 50-70 Km/h a sull’alto Adriatico. Mari: poco mossi il mar Ligure, il Tirreno centrale e lo Ionio sotto costa; mossi tutti gli altri bacini, fino a molto mossi quelli di ponente e fino ad agitati il mare e Canale di Sardegna.

Tags

Articoli correlati

Back to top button