CopertinaPrevisioni

Il MALTEMPO insiste sull’Italia: alto il RISCHIO NUBIFRAGI. Ecco dove

Sull'Italia un viavai di perturbazioni, il maltempo non ci dà tregua

L’ultima domenica di settembre è segnata dal maltempo per l’Italia, che è stata raggiunta da una nuova e intensa perturbazione atlantica. Dopo aver investito pesantemente la Sardegna da questa notte, nelle prossime ore il maltempo si estenderà progressivamente anche tutte le regioni peninsulari, la Sicilia e parte del Nord-Est. Ci sarà ancora il rischio di nubifragi, elevato soprattutto sul versante tirrenico.

Anche se in parziale attenuazione dopo un sabato tempestoso, i venti saranno ancora molto intensi, a rotazione ciclonica attorno al centro della depressione che è posizionata di fronte alle coste laziali. Dopo un risveglio decisamente più fresco del normale, con il termometro sotto i 5 gradi anche in diverse città, le temperature resteranno al di sotto della media per tutta la giornata.

Un’altra perturbazione è già in cammino verso il nostro Paese e ci raggiungerà domani, seguendo una traiettoria simile a quella di oggi. Anche la nuova settimana è quindi destinata ad aprirsi nel segno del maltempo, con il rischio ancora di fenomeni intensi e un clima fresco per il periodo. Le condizioni meteo miglioreranno poi – temporaneamente – a partire da martedì.

maltempo domenica

Le previsioni per le prossime ore

Al mattino abbastanza soleggiato su pianure del Nord-Ovest, Liguria e Alpi centrali, nuvole altrove con rovesci o temporali sparsi, localmente anche forti, su bassa Toscana, Lazio e Sardegna. Locali temporali anche tra Polesine e Romagna.

Controlla la situazione in tempo reale con il RADAR METEO

Con il passare delle ore le precipitazioni si estenderanno alle restanti regioni centrali, coinvolgendo nel pomeriggio anche Campania, nord della Puglia, centro-ovest della Sicilia. Localmente si verificheranno fenomeni intensi e temporaleschi sul versante tirrenico e in Sicilia: rischio di nubifragi e grandinate soprattutto sulla Campania. Nella seconda parte della giornata il tempo migliorerà temporaneamente in Sardegna.
In serata piogge e temporali raggiungeranno l’estremo Nord-Est e tutto il resto del Sud; i fenomeni si esauriranno invece su Abruzzo, Molise, nord della Campania e della Puglia, nella notte anche nel resto del Centro.

ALLERTA ARANCIONE SU 6 REGIONI: il bollettino

Temperature in ulteriore calo al Centro-Nord e in Sardegna, dove le massime resteranno al di sotto della media con valori non oltre i 15-18 gradi; leggero rialzo termico, invece, in Sicilia e al Sud, specialmente in Puglia e nel versante ionico, dove si potranno raggiungere i 24-26 gradi.
Venti da moderati a forti su mari e regioni centro-meridionali, fino a burrascosi – con raffiche anche oltre gli 80 km orari – di Maestrale sulla Sardegna, di Libeccio sul medio-basso Tirreno e la Sicilia.
Ancora molto mossi o agitati Mare e Canale di Sardegna, Canale di Sicilia e medio-basso Tirreno; mossi Ligure, alto Tirreno, Ionio e basso Adriatico; in prevalenza poco mosso sotto costa il medio-alto Adriatico.

maltempo lunedì meteo

Maltempo protagonista anche nella giornata di lunedì, soprattutto al Centro-Sud

Domani il tempo sarà per lo più soleggiato al Nord-Ovest e sull’Emilia occidentale, al mattino anche all’estremo Sud e in Sicilia; nel resto d’Italia prevarranno invece le nuvole. Nuovo peggioramento atteso su Sardegna, Lazio e Campania con piogge diffuse e rischio di intensi rovesci o temporali in estensione in serata alla Calabria tirrenica e, in forma più isolata, anche a Basilicata e Puglia. Piogge brevi e occasionali saranno possibili anche sulle Marche e l’Abruzzo.
Al mattino residue piogge tra Veneto orientale e Friuli Venezia Giulia, con neve sui rilievi ad alta quota, e sulla bassa Toscana. Nella notte rasserenamenti su quasi tutto il Centro-Nord, ancora qualche rovescio sulla Calabria tirrenica.

Temperature senza grandi variazioni e ancora in prevalenza al di sotto delle medie stagionali: massime pomeridiane per lo più tra 18 e 21 gradi al Centro-Nord, in Sardegna e Campania; valori vicini ai 25 gradi sul settore ionico e in Sicilia.
Venti da moderati a forti di Maestrale in Sardegna, da ovest sul Tirreno centro-meridionale e sul Sud peninsulare. Saranno molto mossi o agitati Mare e Canale di Sardegna, basso Tirreno e Canale di Sicilia; mossi o molto mossi Adriatico, Ionio e Tirreno centrale; poco mossi o mossi Ligure e alto Tirreno.

Leggi anche:

FREDDO in aumento, termometro anche al di sotto dei 5 GRADI

Mareggiate su molte coste italiane, ONDE COME PALAZZI sulla Sardegna [VIDEO]

Le ultime notizie da IconaClima:

L’analisi di Greenpeace sugli allevamenti intensivi: producono più CO2 delle automobili

Raccolta differenziata, l’Italia ha mancato l’obiettivo che si era fissata per il 2012

Tags

Articoli correlati

Back to top button