Notizie mondoPrimo piano

Usa, il FUMO degli INCENDI ha raggiunto l’Europa

Sulla West Coast, a causa del fumo e della cenere, si respira l'aria peggiore del mondo

Continua a bruciare la West Coast degli Stati Uniti, dove ora a causa del fumo degli incendi si respira l’aria più inquinata della Terra. In tutto, i roghi scoppiati tra gli stati di Washington, Oregon e California hanno fatto almeno 35 vittime, ma altre 22 persone risultano disperse. In tutto sono andati in fumo oltre 1.300.000 ettari di territorio in California, oltre 400.000 ettari in Oregon e 250.000 nello stato di Washington.

La fitta coltre di fumo e cenere sta soffocando diverse zone. Attualmente l’aria peggiore del mondo si respira proprio lungo la costa ovest degli Stati Uniti. Le concentrazioni di particolato sono elevatissime ed estremamente dannose per la salute. Le città peggiori per qualità dell’aria attualmente sono Portland (Oregon) e Seattle (Washington). La città di San Francisco, il cui cielo è diventato rosso-arancione per gli incendi, attualmente è al quarto posto, mentre Los Angeles è al sesto. Si respira un’aria talmente malsana che, secondo i dati della Stanford University, negli ospedali i ricoveri per asma sono aumentati del 10%, mentre per problemi cerebrovascolari sono cresciuti del 23%.

Il fumo che per diversi giorni ha coperto gran parte della costa, ha quasi raggiunto le Hawaii ma si sta anche espandendo verso est. Una parte del fumo degli incendi sta transitando sugli Stati Uniti settentrionali, mentre una piccola parte è già riuscita ad attraversare l’Atlantico e raggiungere i cieli dell’Europa, percorrendo più di 9 mila chilometri!

 

Articoli correlati

Back to top button