Notizie mondo

PAURA in MESSICO per la TEMPESTA HANNA

Duramente colpito nelle scorse ore il Texas, già in ginocchio per l'emergenza Covid

La tempesta Hanna, dopo aver messo in ginocchio il Texas, prosegue il suo percorso. Si tratta del primo uragano della stagione. Con venti a 150 chilometri orari, Hanna si è abbattuto su un Texas già duramente provato dal problema del coronavirus. Gravissimi i danni. Ben 250mila persone al buio, moltissime case distrutte. E adesso è paura in Messico per la tempesta Hanna. “Ogni uragano rappresenta una sfida enorme. Questa sfida è oggi complicata e resa più difficile dal fatto che si è abbattuta su una delle aree dello stato più colpite dal coronavirus”. Sono queste le parole del governatore del Texas, Greg Abbott. Sottolineando che l’abitudine di radunarsi per combattere fenomeni meteorologi estremi come questo confligge, in questo momento, con la necessità di distanziamento imposte dal Covid.

 

Paura in Messico per la tempesta Hanna. Duramente colpito il Texas, già in ginocchio per l’emergenza Covid

In queste ore Hanna è stato declassato a tempesta tropicale. Nonostante questo, l’allarme resta elevato. Soprattutto in Messico, la prossima tappa del pericoloso viaggio di Hanna. Sono attese infatti piogge molto abbondanti. Soffieranno anche forti venti con raffiche fino a 80 km/h. Secondo il National Hurricane Center della NOAA, l’uragano Hanna porterà in tutto tra i 150 e i 300 mm di pioggia nei settori più colpiti, con picchi anche fino a 450 mm negli stati messicani di Coahuila, Nuevo Leon e Tamaulipas. “L’uragano Hanna ha dato un duro colpo al nostro sistema. Siamo pronti a ricostruirlo ma non possiamo farlo fino a che non sarà sicuro. Preparatevi a dei blackout prolungati”, afferma la Magic Valley Electric Cooperative, responsabile del servizio elettrico nell’estremo sud del Texas. Anche le autorità messicane si preparano a fronteggiare il peggio, nonostante Hanna abbia in queste ore perso parte della sua forza.

Tags

Articoli correlati

Back to top button