Notizie Italia

MOSE pronto a proteggere VENEZIA sabato

Il livello oltre il quale si prevede l'attivazione del sistema è 130 cm di marea. A mezzogiorno di domani previsti 135 cm

Venezia in allerta per l’acqua alta. Oltre alla fase di maltempo in atto, a peggiorare la situazione ci sono i forti venti meridionali e la fase lunare. Oggi, verso la mezzanotte, si attendono 110 cm. Il picco verrà toccato però domani: alle 12:05 l’acqua raggiungerà i 135 cm. Oltre metà della viabilità pedonale di Venezia (il 52%) sarà allagata. Scatta l’allerta arancione. Proprio in vista di tutto questo, per la prima volta, domani il Mose potrebbe essere alzato per la prima volta. Quindi, Mose pronto a proteggere Venezia domani. L’infrastruttura difenderà così il capoluogo veneto da un evento che desta sempre più preoccupazioni. Ieri il Provveditorato ai Lavori Pubblici ha approvato la procedura di emergenza per il sollevamento delle settantotto paratoie del Modulo Sperimentale Elettromeccanico. Tutto questo proprio a causa della prima alta marea dell’autunno, quella prevista per domani.

Mose pronto a proteggere Venezia domani. Il livello oltre il quale si prevede l’attivazione del sistema è 130 cm di marea. A mezzogiorno di domani previsti 135 cm

Il livello oltre il quale il sistema viene attivato è 130 centimetri. Proprio per queto motivo Elisabetta Spitz, Commissario straordinario al Mose, e il Provveditore Cinzia Zincone potrebbero dare il via all’attivazione del sistema di protezione di Venezia. “Al momento la previsione del nostro centro è proprio 130 centimetri. Dovremo monitorare- afferma il Provveditore Zincone- fino al limite di 6 ore dall’evento, perché dopo la procedura non è sarà modificabile”. Le sei ore rappresentano infatti il tempo tecnico di chiusura delle bocche di porto. La decisione definitiva è attesa per l’alba di domani. Per la prima volta, dunque, le 78 paratoie mobili potrebbero alzarsi all’unisono. Va tenuto in considerazione, tuttavia, che il collaudo reale- se confermato- avverrà in condizioni critiche. Laddove, invece, i collaudi di prova degli ultimi mesi sono stati effettuati tutti in situazioni di bel tempo e bassa mare.

Tags

Articoli correlati

Back to top button