Notizie ItaliaPrimo piano

FIUME PO, la piena raggiunge il delta: è ALLERTA ARANCIONE. I dettagli

Stamattina la piena del Po ha raggiunto i rami del delta: il livello del fiume ha superato la soglia arancione sia in Veneto che in Emilia Romagna

Prosegue la piena del Fiume Po, e per la giornata di oggi – giovedì 8 ottobre – è stata diramata l’allerta fino ad arancione in Emilia Romagna e in Veneto.

Le previsioni meteo per le prossime ore

Già nella giornata di ieri il Po e gli altri fiumi del Nord-Est hanno riversato nell’alto Adriatico grandi quantità di fango. Notevoli le immagini catturate dal satellite Terra Modis della Nasa:

Dopo il forte maltempo acqua e fango vengono riversati dal Po in piena e dagli altri fiumi del Nord-Est nell'alto Adriatico. Guarda tutte le immagini scattate dai satelliti > bit.ly/alluvione_fotosatellitari

Pubblicato da Meteo Expert su Mercoledì 7 ottobre 2020

Le zone che nella giornata di oggi saranno interessate dall’allerta arancione per rischio idraulico sono, in Emilia Romagna, la Pianura orientale e la costa Ferrarese, e in Veneto i settori del Po, Fissero-Tartaro-Canalbianco e Basso Adige.

Stamattina il fiume Po ha già superato la soglia 2 – criticità moderata – nei rami del delta che transitano in Veneto e in Emilia Romagna: è codice arancione a Cavanella Po, dove il livello idrometrico ha raggiunto i 3,90 metri, e ad Ariano, dove si sono registrati 2,60 m.

fiume po piena 8 ottobre
Fonte: Regione Emilia Romagna

 

Legata alla piena del Fiume Po anche l’allerta gialla per rischio idraulico diramata in Lombardia (Bassa pianura orientale) ed Emilia Romagna (Pianura emiliana centrale). È allerta gialla, per rischio idrogeologico, anche su parte dell’Umbria (Nera – Corno).

fiume po allerta meteo
Crediti: Protezione Civile

Rischio idraulico: di cosa si tratta?

Nel sistema di allertamento della Protezione Civile il rischio è differenziato e definito come:
rischio idrogeologico, che corrisponde agli effetti indotti sul territorio dal superamento dei livelli pluviometrici critici lungo i versanti, dei livelli idrometrici dei corsi d’acqua della la rete idrografica minore e di smaltimento delle acque piovane. Il rischio idraulico corrisponde agli effetti indotti sul territorio dal superamento dei livelli idrometrici critici (possibili eventi alluvionali) lungo i corsi d’acqua principali.

Dal weekend torna il maltempo, in arrivo anche una massa d’aria fredda. Gli aggiornamenti

Tags

Articoli correlati

Back to top button