CopertinaPrevisioni

Ancora PIOGGE E NEVE in arrivo: si avvicina una PERTURBAZIONE

Il primo lunedì del 2021 sarà segnato da condizioni meteo instabili in molte regioni, con precipitazioni più insistenti soprattutto sull’estremo Nord-Ovest. La situazione meteo non appare destinata a migliorare, e anzi domani il maltempo si farà più intenso e diffuso per l’arrivo di una nuova perturbazione che farà sentire i suoi effetti anche nel giorno dell’Epifania.

meteo befana

Le previsioni per le prossime ore

Qualche schiarita lungo il medio-basso Adriatico, nella Sicilia orientale e sui versanti ionici, molte nuvole sul resto del Paese. Precipitazioni sul Piemonte e sulla Liguria, specie quella di Ponente, con neve fino a 400-500 metri. Piogge più occasionali anche sulla Pianura Padana e sulle coste venete; nel corso della giornata possibili piogge o locali rovesci lungo il versante tirrenico della penisola e nei settori occidentali delle Isole.

Alto pericolo di VALANGHE: è CODICE ROSSO. Ieri due vittime in Alto Adige

Temperature quasi ovunque in leggero calo; massime localmente sopra la media sul medio-alto Adriatico, nella media o leggermente al di sotto nelle altre zone. Venti moderati o localmente tesi sui mari di ponente e il basso Ionio, in prevalenza deboli altrove. Mari mossi o molto mossi, poco mosso l’Adriatico.

Le previsioni meteo per domani, 5 gennaio

Sulle Alpi orientali cielo parzialmente nuvoloso; qualche schiarita anche sulle estreme regioni meridionali e sulla Sicilia. Sul resto del Paese cielo molto nuvoloso o coperto con piogge sparse al Nord, specie nel pomeriggio-sera, in particolare sull’estremo Nord-Est e sui settori a sud del Po. La neve arriverà fino a 300-400 metri sul basso Piemonte, fino a 500-600 metri altrove.

neve

Piogge e rovesci diffusi sulle regioni centrali tirreniche e in Campania, con possibili temporali lungo le coste. Nevicate sull’Appennino centro-meridionale sopra 800-1.200 metri, rovesci isolati sulla Sardegna.

meteo maltempo

Clima invernale al Centro-Nord e in Sardegna, valori in lieve calo al Centro e sulle regioni di Nord-Est. Venti moderati o  forti di Libeccio su Ionio, canali delle Isole, medio e basso Tirreno. Mari mossi; molto mossi o localmente agitati il Tirreno centrale e meridionale, i canali delle Isole e lo Ionio.

Leggi anche:

Smog, migliora la qualità dell’aria grazie a pioggia, neve e vento

Informazione scientifica e sanitaria: la disinformazione ha un costo umano

Le giazzere lombarde, testimonianze del clima che fu

 

Tags

Articoli correlati

Back to top button