CopertinaPrevisioni

MALTEMPO ESTREMO: si rischiano PIOGGE ALLUVIONALI. I dettagli

Su Liguria e settori nord di Piemonte e Lombardia si rischiano accumuli superiori ai 250 millimetri in 24 ore: è la pioggia di quasi 2 mesi

Fase di maltempo estremo su parte dell’Italia. L’arrivo della perturbazione numero 2 del mese, legata alla tempest Alex che sta flagellando la Francia, porterà situazioni potenzialmente critiche con rischio elevato di episodi di dissesto idrogeologico in alcuni settori del Nordovest.

È già in atto nelle regioni di Nordovest un maltempo estremo. Forti rovesci o temporali stanno interessando  la Liguria e piogge abbondanti e battenti, alimentate da umide e tese correnti meridionali, si intensificheranno nella seconda parte della giornata soprattutto sull’alto Piemonte e sull’alta Lombardia.

Si profila per queste aree quindi il rischio di nubifragi e situazioni critiche con accumuli che a fine evento (atteso entro la mattina di sabato) potranno localmente raggiungere picchi superiori ai 250 mm di pioggia.

Venti di burrasca e caldo anomalo al Sud: domani si rischiano i 35°C

Il richiamo di aria calda che precede la perturbazione, legata alla tempesta Alex, determina nel contempo una temporanea impennata delle temperature al Sud e sul medio Adriatico dove si potranno toccare di nuovo punte decisamente estive, anche ben oltre i 30 gradi nella giornata di sabato su Puglia, Calabria e Sicilia. Alla fine di oggi il ramo freddo raggiungerà le Alpi occidentali per poi proseguire il suo cammino verso ovest e determinare al suo passaggio tra la notte e domani una fase temporalesca anche all’estremo Nordest e nelle regioni centrali, specie il lato tirrenico, con episodi anche violenti e intense raffiche di vento. Il limite della neve sulle Alpi, seppure in calo da questa notte, dovrebbe rimanere sopra almeno i 1700-2000 metri. La situazione andrà migliorando alla fine di sabato, con precipitazioni scarse fino alla prima parte di domenica quando l’aria più fresca raggiungerà le regioni meridionali, ridimensionando la parentesi estiva. Già domenica però un’altra perturbazione, la numero 3 del mese, raggiungerà con nuove piogge il Nord, a iniziare dal Nordovest, e successivamente anche Toscana, Umbria, Lazio e Sardegna.

Il maltempo si intensificherà nelle prossime ore: rischio di piogge alluvionali

Sul medio Adriatico, nel Lazio, al Sud e nelle Isole maggiori tempo abbastanza soleggiato con nuvolosità ad alta quota in transito. Tra sera e notte tempo in peggioramento sulla Sardegna con rovesci a partire da ovest. Nuvolosità più compatta in Toscana, specie nel nordovest della regione dove saranno probabili rovesci con isolati temporali.
Parziali schiarite in Romagna, cielo molto nuvoloso o coperto nel resto del Nord. Nel corso della mattinata rovesci o temporali intensi in Liguria, piogge in diffusione anche nel resto del Nord.
Dal pomeriggio precipitazioni in ulteriore intensificazione con fenomeni abbondanti, forti rovesci e possibili nubifragi nel nord del Piemonte e nel nordovest della Lombardia e intensi temporali nel settore ligure (sono attesi in tutte queste aree quantitativi giornalieri allarmanti, tra i 200 e i 300 mm). Tra sera e notte si intensifica l’instabilità anche al Nordest e sulla Toscana con sviluppo di rovesci e temporali anche forti.

Temperature: massime in aumento in Romagna e al Centrosud, con punte di 27-30 gradi sul medio Adriatico e al Sud, anche poco oltre i 30 in Sicilia. Valori in lieve calo al Nord, ma con un clima comunque sempre mite.

Attenzione ai venti: quelli meridionali saranno in intensificazione, fino a divenire molto forti tra Sardegna, Corsica, alto Tirreno, Toscana e Liguria, con raffiche burrascose fino a 60-80 Km/h. Rischio di violente mareggiate sulle coste esposte. Raffiche di vento intense da est-sud est in Pianura Padana fino a 50-60 km/h tra Piemonte e Lombardia.
Mari: poco mossi il basso Tirreno e il basso Ionio; mossi tutti gli altri bacini, fino a molto mossi i mari di Corsica e Sardegna, il Tirreno settentrionale e il mar Ligure.

Sabato ancora rischio di forte maltempo e venti molto intensi

Al mattino tempo molto perturbato con piogge intense, rovesci e temporali localmente abbondanti su nord ed est della Lombardia, Liguria di levante, Trentino Alto Adige, nord del Veneto e del Friuli, su Toscana, Umbria, Lazio; nelle prime ore del giorno ancora sul nord del Piemonte ma in successiva attenuazione. Piogge sparse sul nordovest della Sardegna. Qualche pioggia o locale rovescio anche su Emilia Romagna e Marche. Nel corso del pomeriggio si attenua il maltempo su tutte le regioni: schiarite a Nordovest, fenomeni residui concentrati soprattutto sull’estremo Nordest e sulle regioni centrali e nel nord della Campania. Precipitazioni inizialmente ancora molto intense sul Friuli Venezia Giulia, in successiva attenuazione. Tra pomeriggio e sera torna qualche rovescio o isolato temporale su Valle D’Aosta, nord del Piemonte e della Lombardia e tra Liguria di Levante e alta Toscana.

Temperature: minime in rialzo al Sud e sulla Sicilia, massime in aumento al Sud, massime in sensibile aumento al Sud e sulla Sicilia dove si potranno superare i 30°C, con picchi di 35°C su Puglia, Calabria e Sicilia. Valori in lieve calo su Toscana e Sardegna, in calo più sensibile nel settore alpino cnetro-occidentale.
Venti: da ovest sud-ovest su Mari di Ponente e Sardegna, dai quadranti meridionali (Libeccio o Scirocco) nel resto del Paese. Fino a burrascosi (con raffiche sui 70-80 Km/h) su mare Adriatico Puglia, Mar Ionio e Sicilia.
Mari: mossi il basso Tirreno e il basso Adriatico sotto costa; molto mossi tutti gli altri bacini, fino ad agitati l’Adriatico centrale e meridionale, il mare e Canale di Sardegna e il Golfo Ligure. Probabile acqua alta a Venezia.

Tags

Articoli correlati

Back to top button