PrevisioniPrimo piano

VORTICE CICLONICO in azione anche nel WEEKEND: le zone a rischio

Anche nel corso del fine settimana il maltempo si farà sentire, soprattutto sabato all'estremo Sud

Nel weekend si faranno ancora sentire gli effetti del vortice ciclonico arrivato sull’Italia.

Sabato al Nord e in Toscana sarà una giornata soleggiata, con cieli in prevalenza sereni o poco nuvolosi. Farà eccezione una maggiore nuvolosità che potrebbe insistere nell’entroterra romagnolo. Nel resto del Centro iniziale prevalenza di nuvole con residue precipitazioni al mattino tra Abruzzo, Molise e basso Lazio, con neve in montagna oltre i 1.000-1.400 m. Nuvolosità in attenuazione nella seconda parte della giornata.
Molte nuvole al Sud e nelle Isole maggiori.

Le piogge saranno più insistenti, anche sotto forma di forti rovesci o temporali, su Calabria e Sicilia orientale. Nel resto dell’isola, nel sud-est della Sardegna, su Puglia, Basilicata e Campania, le piogge saranno più deboli e isolate, in ulteriore attenuazione a fine giornata.

Temperature minime in calo al Nord, dove anche in pianura e nelle valli potremo registrare valori intorno allo zero, in Sardegna e in gran parte del Centro. Massime in ulteriore calo un po’ dappertutto, più sensibile su medio Adriatico, Sud e Sicilia.

Attenzione al vento: ancora raffiche burrascose sul Tirreno e in Sardegna

Sarà un’altra giornata molto ventosa al Centro-Sud, in Liguria e sull’alto Adriatico; venti meno intensi solo tra bassa Calabria e Sicilia. Soffieranno venti forti e freddi di Grecale, con raffiche localmente burrascose sul settore tirrenico e in Sardegna. Mari: agitati o molto agitati il Tirreno centrale e sud-occidentale e i Canali delle Isole, fino ad agitati anche il Ligure occidentale, il resto del Tirreno, i Mari di Corsica e Sardegna; da mossi a molto mossi l’Adriatico, lo Ionio e il Ligure orientale.

Domenica ancora instabile su Calabria e Sicilia

Domenica in Calabria e Sicilia giornata in gran parte nuvolosa, anche se non mancheranno delle schiarite, con piogge sparse e rischio di rovesci nel settore ionico dell’isola e nel’estremo sud della Calabria. Nel resto d’Italia tempo in prevalenza soleggiato con qualche velatura in transito al Nord e qualche annuvolamento sparso ed innocuo su Sardegna orientale, Molise, Puglia e Basilicata.

Temperature minime del primo mattino senza grandi variazioni, vicine allo zero al Nord; massime pomeridiane in rialzo al Centro-Nord e Sardegna, senza variazioni significative al Sud e Sicilia. Venti molto deboli al Nord, in attenuazione anche al Centro rispetto ai giorni precedenti; venti orientali da moderati a tesi, solo localmente ancora forti, in Campania, Salento, Mar Ionio, Calabria, Tirreno meridionale, sud della Sardegna. Poco mosso l’alto Adriatico, il Mar Ligure e sottocosta il Tirreno centrale; molto mossi o agitati lo Ionio meridionale, il Canale di Sicilia e di Sardegna: mossi i restanti bacini.

A inizio settimana nuovo rinforzo dell’alta pressione

All’ inizio della settimana avremo una residua instabilità in Sicilia con ancora la possibilità di qualche locale pioggia. Nel resto d’Italia si rafforzerà l’alta pressione in estensione dalla Penisola iberica. Questo anticiclone garantirà una giornata di lunedì prevalentemente soleggiata sull’Italia.
Nei giorni successivi l’alta pressione in rinforzo ulteriore favorirà un miglioramento anche in Sicilia.
Le temperature sono previste in rialzo ovunque sia nei valori minime che pomeridiani con valori abbastanza vicini alle medie stagionali. Nei prossimi giorni il rischio nebbie sarà basso sulle pianure del Nord per l’ingresso di aria più secca.

Tags

Articoli correlati

Back to top button