PrevisioniPrimo piano

Torna il MALTEMPO: OTTOBRE al via con PERTURBAZIONI in sequenza

Dopo la tregua si profilano giornate piovose soprattutto al Nord e in Toscana con rischio nubifragi

Torna il maltempo sull’Italia. Dopo la breve tregua di martedì-mercoledì la situazione andrà incontro a un nuovo peggioramento. Giovedì sera il nord del Paese verrà raggiunto dalla prima perturbazione atlantica del mese di ottobre. Un intenso fronte freddo sarà preceduto venerdì da deciso rinforzo dei venti meridionali sulla penisola e sui mari italiani: ciò determinerà un rialzo anomalo delle temperature al Sud, mentre il Nord sarà alle prese con una fase molto piovosa.

Giovedì primi segnali di cambiamento

Giornata abbastanza soleggiata lungo il medio e basso Adriatico e sull’alto Ionio. Parziali schiarite soprattutto al mattino anche al Nordest e sulla Calabria. Maggiore presenza di nuvole nel resto d’Italia più consistenti e associate a piogge isolate in giornata su Sicilia, Levante ligure, alta Toscana, Val d’Aosta e Alpi piemontesi. In serata inizio del nuovo peggioramento con precipitazioni anche a carattere di rovescio o temporale entro notte nel settore ligure e piogge sparse al Nordovest, in Lombardia e sulle Venezie; locali rovesci o temporali possibili anche su Sicilia orientale e Salento.

Temperature stabili o in lieve aumento nei valori minimi; massime in lieve calo al Nordovest e in Toscana, quasi stazionarie altrove.
Venti di Libeccio in rinforzo su Mar Ligure, che diverrà mosso dalla sera. Venti in prevalenza deboli altrove.

Venerdì maltempo al Nord e Toscana

Venerdì arriverà la parte più attiva della nuova perturbazione con piogge in graduale diffusione nel corso della giornata. Il peggioramento riguarderà gran parte del Nord, l’alta Toscana e in modo meno diffuso anche Emilia, resto della Toscana e settore nord-orientale della Sardegna. Le piogge tenderanno a intensificarsi dal pomeriggio e potrebbero diventare forti su alto Piemonte, alta Lombardia, estremo Nordest e Liguria, con rischio di temporali su Liguria, alta Toscana, alto Veneto e Friuli.

Sarà più stabile il tempo sulle regioni del medio adriatico e al Sud con annuvolamenti alternati a momenti soleggiati e qualche pioggia possibile solo sul Salento. Si attiveranno venti meridionali: soffieranno anche forti sul Ligure e nell’ovest della Sardegna. Temperature massime in rialzo sul medio Adriatico, al Sud e nelle con punte oltre i 25°C.

Weekend ancora a rischio maltempo

Sabato la perturbazione insisterà ancora al Nordest. Attenzione al rischio di nubifragi tra alto Veneto e Friuli. Il sistema perturbato si muoverà anche sulle regioni centrali, la Campania e la Sardegna con precipitazioni sparse anche a carattere di rovescio o temporale in graduale esaurimento nel corso del pomeriggio. Qualche episodio instabile anche su Basilicata e Puglia. Tornerà la neve sulle Alpi centro-occidentali intorno ai 1600-2000 metri.

Valori massimi in calo al Nordovest al Centro e in Sardegna, mentre al Sud e in Sicilia avremo dei temporanei ulteriori rialzi per effetto di una sostenuta ventilazione meridionale con punte intorno ai 30°C su Calabria, Puglia e Sicilia.

Domenica l’aria più fresca raggiungerà anche il Sud ridimensionando le punte dal sapore estivo, avremo una prima fase contrassegnata da un miglioramento ma solo temporaneo. Nella seconda parte della giornata avremo già gli effetti di una nuova perturbazione lungo le Alpi e le vicine pianure, nel settore ligure, in Toscana e Sardegna.

Tags

Articoli correlati

Back to top button