PrevisioniPrimo piano

Meteo WEEKEND, PIOGGE INTENSE e aria più FREDDA: le zone a rischio

Sabato nuvole in aumento al Nord e in Toscana, domenica arriveranno anche le piogge. Brusco calo termico a inizio settimana

Per il prossimo weekend si conferma l’arrivo sulla nostra Penisola della perturbazione nr 5 di ottobre: saranno inizialmente coinvolte le regioni centro-settentrionali, la Campania e la Sardegna tra la seconda parte di sabato e la giornata di domenica, con precipitazioni localmente abbondanti specialmente al Nordest e sulle regioni tirreniche. Nel frattempo la quota neve tenderà ad abbassarsi fino a 1000 metri sulle Alpi orientali.
All’inizio della prossima settimana verranno più direttamente investite le regioni meridionali e la Sicilia con fenomeni altrettanto intensi.

Si tratta di un perturbazione in discesa dal Nord Atlantico, accompagnata da una massa d’aria fredda che si addosserà alla barriera alpina alla fine di sabato e che si riverserà sui mari attorno alla nostra Penisola tra domenica e lunedì, dando così vita ad una circolazione ciclonica, che rimarrà posizionata a ridosso dell’Italia per alcuni giorni. Si attendono così giornata con tempo decisamente variabile e perturbato e un clima fresco e temperature in gran parte sotto le medie.

Il weekend inizia con le nuvole al Nord e in Toscana

Al Nord e sull’alta Toscana nubi in aumento sin dal mattino, quando qualche breve piovasco potrà già interessare il nord-ovest della Toscana e lo Spezzino. Nel corso del pomeriggio prime precipitazioni anche lungo le Alpi centro-orientali. I fenomeni tenderanno a intensificarsi dalla sera, anche sotto forma di rovesci o temporali, su centro-est Liguria, Emilia occidentale, nordovest della Toscana, sud ed est della Lombardia e Triveneto. Nelle Alpi centro-orientali quota neve in calo nella notte sotto i 2000 metri. Tra pomeriggio e sera nuvolosità in graduale aumento su Sardegna, Lazio e Umbria, dove nella notte arriveranno anche le prime locali piogge.
Temperature: massime in lieve calo nel settore alpino e in Toscana. Clima diurno ancora mite, con valori attorno ai 20 gradi e punte vicine ai 25 gradi sul medio Adriatico, al Sud e nelle Isole.
Venti: di Libeccio in rinforzo sul mar Ligure.
Mari: generalmente calmi o poco mossi, ma con moto ondoso in aumento a fine giornata su mar Ligure, mari di Corsica e Sardegna.

Domenica arriva la perturbazione

Domenica comincerà all’insegna del maltempo con piogge a tratti intese e locali temporali che interesseranno soprattutto il Nordest, la Lombardia, la Liguria e gran parte delle regioni centrali. Qualche isolata pioggia sarà possibile anche sulla Sardegna. Nevicherà in maniera anche abbondante sulle Alpi orientali e sui rilievi orientali della Lombardia a quote oltre 1200- 1500 metri. In giornata le precipitazioni si estenderanno alla Campania mentre tenderanno ad attenuarsi sulla Liguria, Sardegna e parte del Centro, esclusa la Toscana e il basso Lazio. Nel frattempo all’estremo Nordovest e nel resto del Sud prevarrà una nuvolosità irregolare alternata a delle schiarite.
Temperature in diminuzione nelle zone interessate dal maltempo, più sensibile sulle regioni settentrionali dove difficilmente le massime andranno oltre i 14-15°C. Al Sud invece si avranno addirittura dei locali rialzi per effetto dei venti di Libeccio che porteranno le temperature fino a 25-27°C.

Tags

Articoli correlati

Back to top button