Notizie ItaliaPrimo pianoVideo

NORD-EST IN GINOCCHIO, il Veneto chiede lo STATO DI CRISI [FOTO e VIDEO]

Il maltempo continua ad accanirsi con violenza su molte regioni italiane, e in alcune zone insiste brutale ormai da venerdì. Diverse le criticità, dovute in particolare alle piogge abbondanti ma anche ai venti intensi. In diversi settori i fiumi hanno superato il livello di guardia e si registrano anche alcune esondazioni, numerosi i disagi nelle strade, dove si stanno verificando locali allagamenti e alcune frane.

Maltempo, in ginocchio il Nord-Est: centri isolati, molte famiglie senza corrente elettrica, Brennero off limits causa neve. Il Veneto chiede lo stato di emergenza

È allerta rossa al Nord-Est, dove le abbondanti nevicate stanno creando molti disagi in montagna mentre le quote più basse sono bersagliate da piogge intense e insistenti da moltissime ore. In Veneto è stato avviato l’iter per la dichiarazione dello stato di crisi per le zone colpite dal maltempo: secondo quanto reso noto dal governatore Zaia, al momento lo stato di emergenza riguarderebbe in particolare le aree dell’alto Vicentino, della Pedemontana trevigiana e la provincia di Belluno.
Il Bacchiglione ha superato la soglia dei 5 metri a Vicenza, e anche la zona di Padova è in allerta per il transito della piena. Elevati anche il livello del Fratta e del Frassine. Situazione critica nella zona di Treviso, dove il Meschio è esondato a Colle Umberto e si è alzato pericolosamente il livello del Piave, esondato in alcuni tratti: diverse abitazioni sono state sgomberate.

Messe a dura prova le aree alpine di Nord-Est, dove il maltempo si sta rivelando particolarmente intenso e ci sono molti disagi legati anche alle forti nevicate. Preoccupa anche il pericolo di valanghe, che in alcuni settori è molto elevato (codice rosso). Sul Brennero è stata interrotta la ferrovia, bloccata l’autostrada A22 in direzione nord tra Vipiteno e Brennero, e chiusa anche la statale tra Colle Isarco e il confine di stato in entrambe le direzioni. Sospesa anche la circolazione sulla statale della Alemagna tra Dobbiaco e Cortina.

Tra le zone colpite più duramente c’è quella di Belluno, dove si registrano numerosi allagamenti e alcuni smottamenti. Diverse strade sono state bloccate, a Gosaldo un mezzo dei vigili del fuoco è finito in un torrente per il crollo di un ponte: per fortuna i pompieri a bordo si sono salvati.

Nel bellunese il forte maltempo ha fatto scattare l’allarme in una casa di riposo di Puos d’Alpago, dove l’acqua ha invaso alcuni locali mettendo fuori uso riscaldamento e impianto elettrico. Secondo quanto riferiscono le autorità, si sta procedendo in queste ore all’evacuazione dei 76 residenti.

VENEZIA, codice arancione per l’ACQUA ALTA: Serenissima protetta dal MOSE

METEO IMMACOLATA, alto rischio di NUBIFRAGI: gli aggiornamenti

VALANGHE, pericolo molto elevato: è CODICE ROSSO

 

Tags

Articoli correlati

Back to top button