Previsioni

Meteo, freddo e gelo in arrivo ma durerà fino a Capodanno? Le tendenze

Nei giorni di sabato e domenica venti freddi settentrionali porteranno aria fredda al Nord-Est e al Centro-Sud

Le tendenze meteo per i prossimi giorni, compresa vigilia e giorno di Capodanno, alterneranno l’arrivo di venti  freddi settentrionali che in breve tempo lasceranno spazio all’arrivo di un nuovo e intenso anticiclone. Dunque prepariamoci a un brusco calo termico nei giorni di sabato e domenica e aria mite a partire da lunedì.

Tendenze meteo per sabato: aria fredda e gelo in arrivo

Nella giornata di sabato l’aria sarà decisamente più fredda sulle regioni di Nord-Est e del Centro-Sud per effetto dell’arrivo di forti venti settentrionali. Tali venti determineranno dunque un brusco e sensibile calo delle temperature, che sarà più marcato sul versante Adriatico e sulle regioni del Sud.

Il raffreddamento sarà accentuato anche dai venti, che soffieranno da moderati a forti. Si tratterà di un flusso umido, con prevalenza di nuvole su medio Adriatico, al Sud e in Sicilia. Si verificheranno anche precipitazioni a carattere debole e intermittente sulle regioni adriatiche, lungo l’Appennino, su est e sud della Calabria e su est e nord della Sicilia.

Possibilità di nevicate a quote più basse: prevista neve fino a 200-300 metri su Abruzzo e Molise; fino a 400-500 metri su Irpinia, Lucania e zone collinari della Puglia. Nuvolosità sparsa anche tra Emilia Romagna, bassa Lombardia e basso Veneto. Cielo sereno o poco nuvoloso nel resto dell’Italia.

Domenica fredda soprattutto al Centro e al Sud

L’afflusso di aria fredda proseguirà anche nella giornata di domenica, con venti da nord-nordest che andranno a intensificarsi ancora di più al Centro-Sud soffiando fino a forti sull’Adriatico, lo Ionio e la Sicilia. Le temperature faranno segnare un ulteriore calo di 1-3 gradi. Precipitazioni deboli e intermittenti proseguiranno, specialmente al mattino, su Abruzzo, Molise, Appennino meridionale, nord della Puglia e della Sicilia.

Possibilità di nevicate ancora a quote molto basse, anche fino a 600 metri sui monti della Sicilia settentrionale. Il tempo sarà migliore sul resto del Paese, con la possibilità di qualche nebbia o strati di nubi basse sulla Val Padana centro-occidentale e nel Ponente ligure.

L’anticiclone spazza via l’aria fredda

L’afflusso di aria fredda avrà vita breve. L’arrivo di un intenso anticiclone, associato ad aria particolarmente mite, si consoliderà sull’Europa occidentale e, a poco a poco, anche sull’Italia. Di conseguenza l’aria fredda sulle regioni del Centro-Sud dell’Italia verrà spazzata via già a partire da lunedì, con gli ultimi annuvolamenti innocui e senza precipitazioni sul medio Adriatico e su parte del Sud. L’arrivo dell’anticiclone farà strada a una massa d’aria particolarmente mite sulle regione del Centro-Nord.

Tendenze meteo per vigilia e Capodanno

I giorni a cavallo tra la fine del 2019 e l’inizio del 2020 saranno dunque caratterizzati da tempo stabile su tutta l’Italia e temperature eccezionalmente miti al Centro-Nord. In particolare in montagna, potranno verificarsi temperature anche di 10-12 gradi sopra la norma. Potrà però aumentare il rischio di nebbie o strati di nubi molto basse in Val Padana.

Tags

Articoli correlati

Back to top button