CopertinaPrevisioni

Da giovedì CICLONE MEDITERRANEO in azione: i dettagli

Con un clima caldo al suolo e temperature superficiali del Mediterraneo oltre la norma sono attesi temporali anche forti in Sardegna

Nella seconda parte della settima un ciclone mediterraneo posizionato sulle Baleari si farà strada verso l’Italia determinando un nuovo aumento dell’instabilità atmosferica. Con temperature dell’aria sulla terraferma anche oltre i 30 gradi e temperature della superficie del Mediterraneo da 1 a 2 gradi sopra la media, nelle zone dove la perturbazione darà i suoi effetti non mancheranno fenomeni anche intensi. Infatti- secondo il meteorologo Simone Abelli- l’energia a disposizione sarà incrementata dalla massa d’aria più calda e più umida della norma nei bassi strati che, sollecitata a salire dall’accentuata instabilità associata al vortice in transito, potrebbe favorire la formazione di temporali potenzialmente forti (associati a possibili nubifragi, grandine e forti raffiche di vento). Al momento la zona più a rischio per questa situazione potrebbe essere inizialmente la Sardegna e successivamente, fra venerdì e sabato, anche la Sicilia e l’estremo Nord-Ovest.
Intanto diamo uno sguardo alla tendenza meteo.

Mercoledì soleggiato

Mercoledì il sole sarà protagonista con cielo sereno o poco nuvoloso. Da segnalare qualche annuvolamento in più in Sardegna e sulle Alpi occidentali.
Sarà un’altra giornata calda, con temperature in ulteriore aumento quasi ovunque. I valori saranno estivi, per lo più compresi tra 27 e 31 gradi ma con possibili locali punte 32-33 gradi al Centro-Sud. I venti soffieranno moderati di Maestrale sul medio e basso Adriatico, di Tramontana tra il Canale d’Otranto e il Mar Ionio; i rispettivi mari risulteranno ancora mossi. Venti deboli altrove con mari in prevalenza poco mossi; localmente mossi Mare e Canale di Sardegna.

Giovedì i primi effetti del ciclone mediterraneo

Anche giovedì sulla maggior parte del nostro territorio il tempo sarà ancora prevalentemente soleggiato e caldo. Tuttavia nel corso del giorno inizieremo a osservare gli effetti di questo ciclone mediterraneo in avvicinamento dalle Baleari.
Sulle regioni settentrionali e in Toscana le nuvole aumenteranno soprattutto nella seconda parte della giornata, quando locali piogge o brevi rovesci potranno svilupparsi sul sud-ovest del Piemonte, sulla Liguria di ponente e sulle Alpi liguri. Un po’ di nuvole anche in Sardegna, dove specialmente nel pomeriggio aumenterà il rischio di rovesci o temporali isolati. Al Nord-Ovest l’instabilità tenderà ad aumentare alla fine della giornata: tra sera e notte rovesci sparsi o isolati temporali potranno svilupparsi anche sulle pianure.
Le temperature saranno ancora superiori alla norma, con un caldo dal sapore estivo. Soffieranno venti moderati di maestrale sul Canale d’Otranto e sul basso Adriatico, dove i mari saranno mossi.

Venerdì ancora instabile su Sardegna e Piemonte, da domenica alta pressione

Venerdì il ciclone mediterraneo coinvolgerà ancora la Sardegna e il Nord-Ovest, in particolare il Piemonte. Qualche temporale isolato potrà estendersi anche alle zone interne del Centro Italia. Sarà un’altra giornata calda, con temperature oltre la media stagionale. Sabato qualche episodio di instabilità potrà ancora interessare la Sicilia e la Sardegna, mentre il Nord andrà incontro a un miglioramento del tempo, che sarà in prevalenza soleggiato. La settimana appare infine destinata a chiudersi all’insegna del tempo estivo: l’alta pressione dovrebbe ristabilirsi su tutto il Mediterraneo nella giornata di domenica, determinando il ritorno a un tempo stabile e soleggiato su tutta l’Italia. Le temperature resteranno oltre la media per tutto il weekend, con valori che nelle zone più calde potranno raggiungere punte intorno ai 30 gradi.

Tags

Articoli correlati

Back to top button