CopertinaPrevisioni

CICLONE MEDITERRANEO: venti da URAGANO e onde che superano i 5 METRI

Sul Mar Ionio si è formato un intenso ciclone mediterraneo: si tratta di un MEDICANE (Mediterranean Hurricane) ed è un fenomeno piuttosto raro

Mentre il clima sull’Italia continua a essere eccezionalmente caldo, su alcune zone si faranno sentire gli effetti di un ciclone mediterraneo che si è formato sul Mare Ionio. Nelle ultime ore il ciclone è diventato estremamente intenso, tanto da acquisire ufficialmente le caratteristiche di un fenomeno davvero raro noto come TLC (Tropical Like Cyclon) o MEDICANE (Mediterranean Hurricane).

Mentre al Centro-Nord e in Sardegna il tempo sarà ancora in prevalenza soleggiato (con soltanto brevi temporali pomeridiani lungo le Prealpi centro-orientali, intorno all’Appennino centrale e, occasionalmente, anche su quello tosco-emiliano), al Sud e sulla Sicilia prevarranno le nuvole. Rovesci e isolati temporali si svilupperanno in Calabria e in Sicilia, specie nelle zone interne dell’isola e nel Messinese.
Al Sud caleranno lievemente le temperature massime, anche se il caldo resterà più intenso del normale in tutta Italia.

Per la giornata di oggi è stata diramata l’allerta meteo fino ad arancione: controlla qui il bollettino

ciclone mediterraneo giovedì

Tra i principali protagonisti meteo delle prossime ore c’è senz’altro il vento, che spinto dal potente ciclone sullo Ionio sferzerà intenso soprattutto le regioni meridionali. In particolare, nel canale di Sicilia soffieranno venti forti di Maestrale, molto intensi settentrionali sullo Ionio. Qui, in prossimità delle coste della Calabria, le raffiche potranno anche superare i 70 km orari. Lo ionio e il Canale di Sicilia saranno molto mossi o agitati e sulle coste ioniche della Calabria potrà esserci il rischio di mareggiate.
Per quanto riguarda gli altri bacini italiani, al Centro-Nord e intorno alla Sardegna i venti saranno generalmente deboli, fino a moderati al Centro e nel basso Tirreno, e i mari saranno da poco mossi a mossi, mossi solo il Tirreno centrale e il Canale di Sicilia.

La forza del ciclone è evidente soprattutto in prossimità della tempesta: al largo nel Mar Ionio i venti saranno intensi come quelli di un uragano e le onde potranno addirittura superare i 4-5 metri di altezza.

Controlla la situazione in tempo reale:

SATELLITE

RADAR

MAPPE 

Gli approfondimenti di IconaClima:

Estate 2020: è stata la più calda di sempre per l’emisfero settentrionale

Incendi negli Usa, nella Costa Ovest si respira l’aria peggiore del Mondo

Green Deal, l’Europa alza il tiro: obiettivi più ambiziosi sul taglio delle emissioni. Può bastare?

Tags

Articoli correlati

Back to top button