CopertinaPrevisioni

CALDO ancora intenso, ma aumenta il rischio di TEMPORALI: ecco dove

Parte dell'Italia resta esposta ad un po' di instabilità

In questi primi giorni della settimana su gran parte dell’Europa persisteranno condizioni di caldo pienamente estivo grazie all’espansione di una robusta area di alta pressione che continuerà a trascinare con sé una massa d’aria molto calda. Sui paesi dell’Europa continentale si tratta addirittura di una tardiva ondata di calore che porterà le temperature fino a 10-12 gradi oltre la norma con valori che in molti casi supereranno i 30 gradi. In Francia ieri è stata la giornata di settembre più calda di sempre.

Il caldo estivo sarà protagonista anche sull’Italia, con temperature che potranno toccare ancora picchi massimi di 32-33 gradi. Tuttavia, il nostro Paese sarà interessato più marginalmente dall’anticiclone, rimanendo in parte esposto a un po’ di instabilità: mercoledì la circolazione di bassa pressione in quota, che nei giorni scorsi ha continuato a lambire la Sicilia, tenderà temporaneamente a coinvolgere anche il resto d’Italia per poi di nuovo allontanarsi; ne deriverà un moderato aumento del rischio di temporali nelle zone interne del Centro e lungo le Alpi. Le temperature si manterranno ben oltre la norma.

Oggi qualche nuvola in più al Centro-Sud, con rischio di isolati temporali

Situazione meteorologica tranquilla sull’Italia e con tempo in prevalenza soleggiato, anche se non mancheranno un po’ di nubi medio-alte in transito che tenderanno a velare leggermente il cielo o a renderlo a tratti parzialmente nuvoloso soprattutto su Lazio, Abruzzo, Molise, regioni meridionali e Sicilia. Nel pomeriggio possibile sviluppo di isolati rovesci o temporali nelle zone interne del basso Lazio e della Sicilia, lungo l’Appennino meridionale e sulla bassa Campania.
Temperature senza grandi variazioni, al più in lieve calo, e sempre ben oltre le medie stagionali. Clima ovunque tipicamente estivo, con il termometro in molti casi attorno ai 30 gradi: sulle regioni centrali tirreniche, su quelle meridionali e sulle Isole maggiori si potranno anche raggiungere i 32-33 gradi. Venti in prevalenza deboli, salvo locali rinforzi da nord nord-est in Liguria e sul basso Ionio. Mari per lo più calmi o poco mossi, risulteranno a tratti ancora mossi il Canale di Sicilia e lo Ionio meridionale.

Mercoledì il rischio di temporali coinvolgerà anche le Alpi

Giornata nel complesso soleggiata, con le schiarite più ampie e diffuse su Val Padana centrale, medio-alto Adriatico, intorno al Ligure e sulla Sardegna. Altrove annuvolamenti sparsi con la possibilità nel pomeriggio di locali rovesci e temporali su Alpi lombarde e orientali, nelle zone interne del Centro, specie tra Lazio e Abruzzo. Rovesci più occasionali nelle Alpi occidentali e nell’interno della Sicilia. Tra sera e notte locali rovesci o temporali coinvolgeranno il nord-est della Sicilia e la Calabria.
Temperature ancora superiori alla norma: i valori massimi risulteranno in locale diminuzione al Nord-Ovest e sulle regioni intorno al Tirreno. Venti deboli con residui rinforzi sul basso Ionio e sui Canali delle isole, dove i mari saranno localmente mossi.

Tags

Articoli correlati

Back to top button