CopertinaPrevisioni

ALTA PRESSIONE PROTAGONISTA ma qualche PIOGGIA è in arrivo: i dettagli

Tempo stabile, nebbie e smog. Da domani sera debole perturbazione ma la pioggia riguarderà solo alcune zone

Alta pressione ancora protagonista sull’Italia. La circolazione atmosferica sul nostro Paese, ma in realtà su gran parte del continente europeo, resta dominata dalla presenza di un vasto campo di alta pressione “a cuore caldo”. Tuttavia, nella parte centrale della settimana è atteso un suo temporaneo e lieve cedimento. Una debole perturbazione atlantica (la numero 2 del mese) infatti attraverserà anche il nostro Paese, in particolare, tra la fine di domani e venerdì. Non si escludono quindi locali precipitazioni, essenzialmente tra la Sardegna, la Liguria, le regioni centrali, il basso versante tirrenico. Si tratta di un’evoluzione ancora incerta, i cui dettagli potranno essere valutati meglio con i prossimi aggiornamenti.

Nei prossimi giorni la ventilazione alle basse quote resterà molto scarsa: ciò favorirà un crescente accumulo e ristagno di inquinanti atmosferici in prossimità del suolo, ma anche la formazione di foschie dense, e strati bassi soprattutto sulla Valle Padana ma da giovedì con minore rischio di nebbie.
Per finire, il quadro termico: il freddo resta molto lontano dall’Italia e dall’Europa, sulla nostra Penisola le temperature si manterranno ancora a lungo per lo più al di sopra della norma.

Alta pressione protagonista: nelle prossime ore clima ancora molto mite e tempo stabile

Al Nord, sulla Toscana e sulla Sardegna cielo velato o, a tratti, parzialmente nuvoloso, per il transito di nuvolosità alla media e alta quota. Per il resto, tempo in prevalenza soleggiato, salvo qualche nube di poco conto su Puglia e Calabria meridionale. Nebbie a banchi in diradamento lungo il Po e nelle valli in Toscana, Umbria e alto Lazio. Nella prossima notte di nuovo rischio nebbie nelle valli del Centro e miste a strati di nubi basse sulla Val Padana centro-occidentale.

Temperature: senza grandi variazioni. Clima diurno molto mite nelle aree soleggiate e in montagna, con valori fino a 4-5 gradi oltre la norma al Centro-nord. Nelle Alpi e in Appennino zero termico intorno ai 3000 metri.
Venti generalmente deboli, salvo locali rinforzi dai quadranti settentrionali sui mari Adriatico e Ionio.
Mari: quasi tutti calmi o poco mossi.

Da domani sera arriverà qualche pioggia: ecco dove

Al mattino nebbie in sollevamento o strati di nubi basse sulla Val Padana centro-occidentale e nelle valli interne del Centro, abbastanza soleggiato nel resto d’Italia con qualche annuvolamento sparso in più sulla Puglia e in scorrimento sulla Sardegna. Nel pomeriggio il cielo rimane in prevalenza nuvoloso sulle pianure del Nordovest, nuvole in aumento in Sardegna, dove non si escludono isolati e brevi rovesci, e più lentamente nel settore intorno al Ligure. Dalla sera nuvole in aumento anche nel resto del Centro-nord con la possibilità di locali piogge in Toscana, Emilia orientale, Romagna e nord delle Marche, nella notte anche sull’Umbria occidentale e sull’alto Lazio.

Temperature stabili o in lieve calo. Clima diurno molto mite nelle aree soleggiate; valori massimi in generale ancora sopra la norma, per lo più compresi tra 15 e punte di 21-22 gradi.
Venti generalmente deboli, salvo locali rinforzi dai quadranti settentrionali sull’Adriatico centro-meridionale e sul mar Ionio. Mari: localmente mosso lo Ionio e il basso Adriatico, calmi o poco mossi tutti gli altri bacini.

Tags

Articoli correlati

Back to top button