NewsNotizie ItaliaPrimo piano

Ondata di CALDO: si impennano anche le temperature del MARE

Valori in sensibile aumento

L’ondata di caldo in atto inizia ad avere effetti anche sul mare.
Le temperature delle acque superficiali dei mari che circondalo la Penisola hanno subito un’impennata negli ultimi giorni. Dopo una buona parte di giugno con mari ancora piuttosto freddi, le cose sono iniziate a cambiare con l’arrivo di aria calda dal Nord Africa. I mari si scaldano in modo lento e graduale e  l’apice di questo riscaldamento avverrà alla fine dell’estate, momento in cui le acque del Mediterraneo raggiungono il massimo livello di caldo accumulato. Ci sono comunque notevoli differenze tra i vari mari che circondano l’Italia.

Crediti Copernicus

Mare: le temperature attuali

L’area più calda è, come solitamente accade, quella dell’alto Adriatico dove si registrano valori attuali oltre i 25°C. Temperature superficiali del mare in aumento anche sul basso Tirreno e sul Mar Ligure dove, intorno alle Isole maggiori, si raggiungono valori di 24-25°C. Tra le zone più “fredde” ci sono il basso Adriatico, lo Ionio e i mari a ovest della Sardegna dove i valori si attestano intorno ai 22-23°C.

Mari sempre più caldi e perturbazioni più intense

Negli ultimi anni abbiamo assistito a temperature superficiali del Mediterraneo sempre più elevate, con valori sopra le medie. Una temperatura elevata del Mar Mediterraneo potrebbe diventare un fattore importante per la potenziale intensità degli effetti delle perturbazioni autunnali al suolo. I sistemi perturbati atlantici, durante l’autunno, a contatto con il mare potrebbero acquisire una notevole energia e diventare così potenzialmente più pericolosi e generare fenomeni estremi. Inoltre a soffrire di più sono gli ecosistemi marini, perché l’innalzamento della temperatura del mare provoca una notevole alterazione dei processi alla base della catena alimentare subacquea.

Tags

Articoli correlati

Back to top button