Notizie mondo

Inverno assente in Svezia e Finlandia: niente neve e ciliegi già in fiore

Temperature massime sempre oltre lo zero da inizio anno con punte massime mai raggiunte prima d'ora negli ultimi 100 anni

E’ un inverno anomalo anche nei Paesi Scandinavi: il sud della Finlandia e della Svezia, sono addirittura senza neve. Una situazione eccezionale provocata dalla persistenza dell’anticiclone che ha mantenuto su molte zone d’Europa un clima più mite e meno piovoso/nevoso del solito.

A Vaasa, nella  regione finlandese di Ostrobothnia, la tradizionale competizione di sculture di neve quest’anno si dovrà fare utilizzando la sabbia. Le strade, infatti, sono completamente prive di neve. Una situazione anomala. «Di solito c’è molta neve in questo periodo dell’anno», spiega Max Jansson, Direttore del turismo della provincia di Vaasa. La conferma dai dati meteo: le temperature massime da inizio gennaio superano costantemente lo zero. Secondo le medie stagionali a Vaasa le minime dovrebbero scendere fino a -12/-6 gradi e, durante il giorno non si dovrebbe superare la soglia dello zero.

L’inizio del 2020 per la Finlandia è stato il più mite degli ultimi 100 anni: in molte zone della Lapponia e nelle regioni di Ostrobothnia e Kainuu, si sono registrate temperature massime record per il mese di Gennaio, mai raggiunte negli ultimi 100 anni.
Basti pensare che all’aeroporto di Kajaani , nella regione di Kainuu, la media di gennaio sarebbe di -11,3 gradi, mentre in questo periodo è di -1. Lo stesso vale per l’aeroporto di Oulu, nella regione di Ostrobothnia, dove la media sarebbe di -9,7 gradi, ma oggi è addirittura di 0,4 gradi.
A Helsinki il 21 gennaio il termometro si è spinto fino a 8,3 gradi durante il giorno e non è sceso sotto i 3,5 gradi durante la notte. Potrebbe essere il primo inverno in assoluto in cui non su ghiacciano i laghi del sud del Paese. 

Anche in Svezia alcune stazioni meteo hanno raggiunto temperature massime record, mai raggiunte a gennaio dal 1971. A Orebro a metà gennaio si è registrato il giorno più caldo da quando sono iniziate le registrazioni, ossia dal 1858. Al parco Kungsträdgården di Stoccolma i ciliegi sono già in fiore.

 

Tags

Articoli correlati

Back to top button