Notizie Italia

Smog, Milano in apnea da una settimana: la situazione

Le zone della Pianura Padana da giorni respirano aria pessima a causa delle elevate concentrazioni di smog. A Milano, ad esempio, i livelli di PM10 sono stati superiori alla soglia limite per la salute per circa una settimana: dal 24 novembre, infatti, le concentrazioni medie hanno superato i 50 µg/m3.

Secondo l’ultimo bollettino sula qualità dell’aria del Comune di Milano, a novembre le concentrazioni medie di PM10 hanno raggiunto i 56 µg/m3, superando non solo la soglia giornaliera, ma anche quella media annua di 40 µg/m3. Nel 2020 a Milano il PM10 ha superato la soglia limite giornaliera per ben 72 volte.

Anche il PM2.5 è rimasto costantemente oltre la soglia limite da una settimana, con concentrazioni superiori ai 40 µg/m3 dal 23 novembre. Il PM2.5, il particolato fine, è il più pericoloso perché è costituito da particelle più piccole, del diametro inferiore a 2.5 µm che riescono a penetrare negli alveoli polmonari. Il picco giornaliero a Milano Senato è stato raggiunto venerdì 27 novembre, con ben 83 µg/m3.

Anche per quanto riguarda il PM2.5 nel mese di novembre le concentrazioni hanno complessivamente superato la soglie dei 25 µg/m3, raggiungendo un valore medio di 44 µg/m3.

Leggi anche:

Il clima in Italia è già cambiato: aumentano gli eventi estremi, e anche le vittime. Il rapporto

Microplastiche trovate anche sulla vetta dell’Everest

 

L’articolo Smog, Milano in apnea da una settimana: la situazione proviene da Icona Clima.

Articoli correlati

Back to top button