Notizie ItaliaPrimo piano

Smog, SOFFOCA la CAMPANIA: PM10 più che TRIPLO rispetto al limite. Tutti i dati

Da giorni la situazione meteo è decisamente tranquilla, con l’Italia che non vede arrivare piogge significative e una massa d’aria umida e mite che resta ferma sul Belpaese, e questo purtroppo ha effetti micidiali sull’inquinamento. La qualità dell’aria desta infatti preoccupazione in molte zone d’Italia, con smog a livelli elevati non solo in Pianura Padana ma anche in diverse altre aree, specie lungo il versante tirrenico.

Gli aggiornamenti meteo:

TEMPO STABILE e clima eccezionalmente MITE: durerà fino alla VIGILIA

SVOLTA meteo tra NATALE e SANTO STEFANO: tornano freddo, vento e neve

La situazione è allarmante soprattutto in Campania, dove la concentrazione di PM10 nell’aria è arrivata addirittura a livelli tripli rispetto alla soglia fissata dalla norma come limite per la salute umana (pari a 50 µg/m³).

Secondo i dati resi noti dall’Arpa regionale, ieri il PM10 ha raggiunto livelli più che tripli rispetto al limite a San Vitaliano (Napoli), con 171 µg/m³. La soglia limite è stata doppiata a Napoli e in altre zone della provincia (112 µg/m³ nel capoluogo, fino a 127 ad Acerra), ma anche ad Avellino (101 µg/m³). In Campania l’inquinamento ha superato la soglia limite anche nelle province di Caserta, Benevento e Salerno.

Lo smog preoccupa anche il Lazio: domenica il PM 10 era oltre il limite a Roma (dove sono stati registrati fino a 61 µg/m³) e l’inquinamento era ancora più elevato a Frosinone (fino a 89 µg/m³). Respira piuttosto male anche parte della Toscana: 68 µg/m³ ad Arezzo, fino a 59 nella zona di Pistoia e a 63 in quella di Lucca.

I livelli di polveri sottili sono ancora elevati anche al Nord. Spiccano in particolare i dati del Veneto, dove il PM10 ha raggiunto gli 80 µg/m³ a Padova, 74 a Rovigo, 72 a Venezia e 58 µg/m³ a Treviso. In Emilia Romagna la maglia nera spetta a Modena (76 µg/m³), ma la soglia è stata diffusamente superata in buona parte del territorio di pianura. La parziale instabilità del weekend ha portato a una lieve attenuazione dell’inquinamento al Nord-Ovest, dove comunque la soglia limite è stata superata in diverse zone. In Lombardia è successo in particolare nel Mantovano, dove si è arrivati fino a 65 µg/m³. In Piemonte la qualità dell’aria è scarsa soprattutto nel Torinese, con 67 µg/m³ registrati proprio nel capoluogo.

Leggi anche:

L’inquinamento ha contribuito alla morte di una bambina di 9 anni: sentenza storica nel Regno Unito

Aria irrespirabile in India e Bangladesh: inquinamento alle stelle

Antropocene, l’era geologica dell’uomo nata già 7000 anni fa? Un’ipotesi che fa discutere

 

Tags

Articoli correlati

Back to top button