CopertinaPrevisioni

SOLE, CALDO intenso ma anche rischio di FORTI TEMPORALI: i dettagli

Inizio settimana sotto il segno della prima ondata di caldo della stagione. Su parte del Nord torna l'instabilità

Il caldo tenderà ad intensificarsi nei prossimi giorni e verso metà settimana potremo sfiorare picchi di 38-40°C nelle zone interne delle Isole maggiori. Una robusta are di alta pressione è presente su tutta l’Europa meridionale, compresa quindi l’area mediterranea. Ci aspettano dunque diversi giorni con tempo stabile e caldo anche su gran parte dell’Italia. Attenzione però al Nord: le deboli perturbazioni che transiteranno sull’Europa Centrale sfioreranno l’arco alpino e le Prealpi determinando a tratti qualche pioggia o locali episodi di instabilità. La prima di queste perturbazioni, la numero 5 di questo mese, in particolare darà luogo a una fase temporalesca nel pomeriggio di oggi tra le Alpi orientali e l’estremo Nordest con possibili episodi anche di forte intensità.

Nel corso della settimana la massa d’aria calda che occupa l’anticiclone mostrerà progressivamente un maggior contributo nord-africano con conseguente intensificazione del caldo, soprattutto sulle regioni centro-meridionali. Una possibile attenuazione della calura, coincidente con il parziale indebolimento dell’alta pressione, potrebbe avvenire tra venerdì e sabato. Su tratta di un’evoluzione comunque da verificare.

Previsione per oggi

In Emilia-Romagna e su gran parte del Centro-sud giornata ben soleggiata con pochi modesti cumuli pomeridiani anche in Appennino. Il resto del Nord verrà invece lambito da una perturbazione: al mattino qualche rovescio nel settore alpino centrale, specie sul Trentino Alto-Adige, qualche annuvolamento significativo anche tra la Liguria di Levante e l’alta Toscana con occasionali piovaschi nell’entroterra. Nel complesso più soleggiato altrove. Nel pomeriggio maggiori schiarite al Nordovest con qualche residuo rovescio sui rilievi lombardi. Fase temporalesca con possibili episodi di forte intensità su Alpi orientali, Prealpi venete e pianura friulana. Clima caldo con temperature stazionarie o in lieve ulteriore aumento: valori massimi pomeridiani quasi ovunque sopra la media e in generale compresi fra 29 e 32 gradi, ma con locali picchi di 33-35 gradi. Venti di Libeccio in rinforzo nel Mar Ligure, che diverrà mosso, un po’ ventoso anche nell’Appennino settentrionale e in quello marchigiano.

Per la giornata di lunedì la Protezione Civile ha diramato l’allerta gialla per rischio temporali sulla Lombardia (Media-bassa Valtellina, Orobie bergamasche, Valcamonica, Alta Valtellina, Valchiavenna) e il Veneto (Piave pedemontano, Alto Piave)

Previsione per martedì 30 giugno

Giornata di sole e molto calda in Emilia-Romagna, al Centro-Sud e nelle Isole, con picchi di temperatura prossimi ai 35 gradi. Maggiore variabilità sul resto del Nord, con nuvolosità sparsa al mattino nelle regioni di Nord-Est, l’alta Lombardia e sulla Liguria centrale; possibilità di un breve rovescio nelle Orobie. Tra pomeriggio e sera isolati rovesci possibili su Ossola, nordest della Lombardia e Trentino Alto-Adige. Temperature in ulteriore lieve aumento nelle Alpi centro-occidentali al Sud e nelle Isole. Punte vicine ai 35°C al Sud. Venti in prevalenza deboli con qualche locale rinforzo sul Ligure e nel nord della Sardegna dove i mari saranno localmente mossi. Calmi o poco mossi tutti gli altri mari.

Tags

Articoli correlati

Back to top button