NewsNotizie mondo

ALLERTA in FRANCIA per l’ONDATA DI CALDO

Oggi il giorno più caldo della settimana: temperature fino a 42-43 gradi nella Loira e nella Nuova Aquitania

Si preannuncia un’ultima parte di settimana rovente in Francia. In gran parte del Paese le temperature hanno raggiunto livelli record. Si soffoca non solo di giorno ma anche di notte. È dunque allerta in Francia per l’ondata di caldo. Secondo il bollettino di MeteoFrance, nelle prossime ore il livello di allerta sarà pari a grado 3 su una scala da 1 (livello minimo) a 4 (livello massimo). Si tratta di un’allerta arancione che attraversa trasversalmente il Paese. Va, cioè, dall’Alta Francia all’Occitania. In particolare, oggi avremo un picco di caldo nella parte sud-occidentale, per la precisione nelle terre della Loira. Successivamente, il caldo si estenderà a gran parte della Francia. Stamattina alle 5.30 (ora locale) si registravano quasi 22 gradi a Parigi (21,8 gradi a Parigi-Montsouris). Nel sud-ovest del Paese, le minime non sono scese sotto 22-23 gradi. Per quanto riguarda l’evoluzione attesa nelle prossime ore, avremo un ulteriore aumento delle temperature massime.

Oggi il giorno più caldo della settimana: temperature fino a 42-43 gradi nella Loira e nella Nuova Aquitania. Allerta in Francia per l’ondata di caldo

Quello odierno sarà anche il giorno più caldo della settimana su gran parte dell’ovest della Francia. Le temperature massime raggiungeranno i 40 gradi. Localmente potremo toccare 42-43 gradi. Ciò avverrà, in particolare, nei Paesi della Loria fino alla Nuova Aquitania. Caldo estremo anche in gran parte dell’Occitania. Probabilmente batteremo vari record anche in altre località. Le zone relativamente più fresche risulteranno quelle costiere. Situazione differente, dunque, rispetto a quella italiana. Nel nostro Paese il clima risulta infatti estivo ma senza eccessi di caldo. Per domani (sabato 8 agosto) è previsto finalmente un calo termico sulle regioni occidentali e sud-occidentali. L’ondata di caldo, tuttavia, non cesserà. Si tratterà, anzi, di un episodio prolungato, con notti molto calde e temperature massime elevate. L’intensità di questa ondata di caldo pare, tuttavia, per ora essere inferiore rispetto a quella del 2019 e a quella del 2003. Si attendono, per valutare questo, i prossimi sviluppi.

Tags

Articoli correlati

Back to top button