CopertinaPrevisioni

Meteo, 2 perturbazioni in 2 giorni: le zone coinvolte

La situazione meteo resta decisamente dinamica per l’Italia, bersaglio di diverse perturbazioni nel giro di pochissimi giorni. Mentre nelle prossime ore alcune zone sentiranno ancora gli ultimi effetti della terza perturbazione di dicembre, si fanno strada verso il Belpaese anche la numero 4 e la 5.

In particolare, oggi la quarta perturbazione del mese farà sentire i suoi effetti a partire dalla Sardegna, e dalla fine della giornata coinvolgerà anche il Sud e la Sicilia. La quinta perturbazione arriverà domani: investirà il Nord-Ovest per poi estendersi a molti altri settori, e porterà altre precipitazioni che tenderanno gradualmente ad attenuarsi solo nella giornata di domenica.

Un cambio di scenario si profila invece per la prima parte della prossima settimana, quando è atteso un ritorno dell’alta pressione, che tuttavia appare destinata a proteggere soprattutto il Centro-Sud. Secondo l’attuale tendenza meteo probabilmente il Nord resterà esposto al passaggio di altre perturbazioni.

meteo giovedì

Le previsioni meteo per le prossime ore

Parziale e temporanea attenuazione del maltempo. Cielo da nuvoloso a coperto, con qualche schiarita più probabile lungo il medio e basso Adriatico e lungo le Alpi centro-occidentale. Al Nord qualche pioggia isolata solo tra Veneto ed Emilia Romagna, verso sera e con tendenza a rasserenamenti all’estremo Nord-Ovest. Piogge a carattere sparso, anche sotto forma di brevi rovesci o temporali occasionali, su bassa Toscana, Lazio, Campania, Calabria tirrenica, ovest e sud della Sicilia. In Sardegna si faranno sentire i primi effetti della perturbazione 4 di dicembre, con locali piogge in arrivo nel pomeriggio: localmente saranno anche moderate nel sud dell’Isola.

Temperature minime per lo più in calo, eccetto in Sardegna; valori massimi in calo sul Piemonte, sul medio Adriatico e sul Sud peninsulare. Forte Maestrale sulla Sardegna, con raffiche  anche oltre i 70 km orari; venti moderati o tesi di Bora nel Golfo di Trieste, rinforzi di Tramontana in Liguria. Mari da mossi a molto mossi, fino ad agitati il Canale di Sardegna e il Tirreno meridionale; in prevalenza poco mossi l’Adriatico e il Ligure sotto costa.

Le previsioni per domani, venerdì 11 dicembre

Al Sud e in Sicilia ancora piogge isolate e intermittenti, in attenuazione dal pomeriggio. Nel resto del Paese, dopo una breve pausa con anche qualche schiarita e nebbie a inizio giornata, le condizioni meteo peggioreranno di nuovo dalla tarda mattinata: precipitazioni in prevalenza deboli raggiungeranno il Nord-Ovest per estendersi poi alle regioni centrali tirreniche e alla Sardegna in giornata. Quota neve inizialmente intorno ai 1.000 metri sulle Alpi occidentali, ma in calo fin verso i 600-700 metri dal pomeriggio. Alla sera parziale estensione dei fenomeni verso il Nord-Est, il basso Tirreno e la Sicilia; lungo l’Appennino quota neve dai 1000 ai 1400 metri.

meteo venerdì

Temperature minime stazionarie o in leggero calo: possibili valori leggermente sottozero in pianura al Nord-Ovest e in Emilia. Massime in leggero calo al Nord-Ovest con valori sotto la media; stazionarie intorno alla media altrove.
Venti localmente moderati da ovest o sud-ovest intorno alle Isole maggiori e sullo Ionio, in prevalenza deboli altrove. Mari: molto mossi Mare e Canale di Sardegna, basso Tirreno, Canale di Sicilia e Ionio al largo; localmente mossi Ligure occidentale e medio Tirreno; calmi o poco mossi i restanti bacini.

Leggi anche:

Clima, novembre 2020 è stato il più caldo mai registrato

Venezia, tra acqua alta e Mose. L’analisi delle condizioni meteo del giorno dell’Immacolata

 

Tags

Articoli correlati

Back to top button