Notizie mondo

CALIFORNIA avvolta nel fumo degli INCENDI: ordinate EVACUAZIONI

Dall'inizio dell'anno sono divampati ben 8.600 roghi. Distrutto oltre un milione e mezzo di ettari di suolo

L’incubo va avanti. I roghi continuano a devastare la California. Una situazione devastante. Basti pensare che, secondo il California Department of Forestry and Fire Protection, nell’ultimo mese questi roghi hanno consumato oltre 400mila ettari di suolo. La California è avvolta nel fumo degli incendi: ordinate per questo evacuazioni. In alcune zone, addirittura, le autorità hanno imposto ai cittadini evacuazioni immediate. Nemmeno il tempo di raccogliere le proprie cose. Gli abitanti hanno dovuto lasciare in poche ore le proprie case. Il pericolo per gli abitanti, infatti, è enorme. Si tratta della peggiore stagione di incendi mai vissuta dallo stato occidentale degli Usa. Alcune zone, come la città di Masonville, sono state letteralmente avvolte dalla nube di fumo causata dagli incendi. Nell’arco del 2020 la porzione di territorio bruciata dai roghi è stata pari a 1 milione e 660mila ettari.

California avvolta nel fumo degli incendi: ordinate evacuazioni. Dall’inizio dell’anno sono divampati ben 8.600 roghi. Distrutto oltre un milione e mezzo di ettari di suolo

Sempre dall’inizio dell’anno in corso, gli incendi divampati in California sono stati circa 8.600, per un totale di 31 vittime e 9.200 edifici distrutti. Dati scioccanti. Sono 8mila i vigili del fuoco impegnati a domare questo inferno. In questi giorni si contano oltre 20 incendi, riferisce sempre il California Department of Forestry and Fire Protection. Una dozzina di questi è considerata di pericolosità estrema. Gli scienziati e le istituzioni non hanno dubbi nell’attribuire l’origine di questi incendi devastanti soprattutto alla crisi climatica. Si teme anche per i prossimi giorni. In gran parte della California, infatti, per questa settimana sono previste giornate con clima secco e temperature insolitamente elevate. A tirare un respiro di sollievo, per ora, sono soltanto le aree costiere. Il pericolo, purtroppo, permane però in tutte le altre zone.

Tags

Articoli correlati

Back to top button