NewsPrevisioniPrimo piano

Dopo il CALDO tornano FORTI TEMPORALI e ARIA più fresca: le tempistiche

A partire dal weekend nuovo cambio di scenario meteo sull'Italia: a inizio settimana temperature in calo anche al Sud

Aria più fresca tornerà a interessare progressivamente l’Italia nei prossimi giorni, a partire dal weekend. Una nuova perturbazione porterà una fase temporalesca sabato su parte del Nord, con rischio di forti temporali. Vediamo insieme le tempistiche di questo ingresso e le conseguenze sul territorio.

Sabato rischio di forti temporali

Al Centro-Sud e nelle Isole altra giornata di sole e molto calda con poche nuvole innocue, anche nelle ore più calde, nelle zone montuose. Al Nord invece è atteso il passaggio della coda di un fronte instabile con effetti soprattutto al Nordest dove numerosi rovesci o temporali, alcuni anche forti, interesseranno al mattino il settore alpino in progressiva estensione poi entro sera alle Venezie e all’Emilia Romagna. Al Nordovest episodi di instabilità più localizzati, per lo più concentrati sul basso Piemonte, a ridosso dell’Appennino e in Lombardia. Nella notte torna a migliorare ovunque con residui rovesci solo tra Emilia orientale, Romagna e nord delle Marche.

Temperature massime stabili o in lieve aumento al Centro-Sud con punte prossime ai 35 gradi. Valori in calo invece al Nord, specie a fine giornata al Nord-Est e sull’alto Adriatico quando aria più fresca affluirà sospinta da intensi venti da est o di Bora.
In giornata venti ancora in prevalenza deboli e mari calmi o poco mossi.

Domenica ultimi effetti della perturbazione e ulteriore calo termico al Nord

La perturbazione in arrivo tra venerdì e sabato sul Nord, nella giornata di domenica scorrerà lungo il resto del Paese, portando il rischio di qualche pioggia o temporale sulla dorsale appenninica, e al mattino anche tra Romagna e Marche. Per il resto si profila una giornata soleggiata nel resto delle regioni. Con la perturbazione arriverà aria più fresca: le temperature subiranno un generale calo al Nord, sulle regioni centrali adriatiche, su Toscana, Umbria e Puglia. Si attiveranno venti più freschi da est in Val Padana, mentre tornerà a farsi sentire la Bora sull’alto Adriatico e la Tramontana sulle regioni peninsulari. Il caldo continuerà ad essere intenso al Sud e sulle Isole con punte di 33-34°C.

All’ inizio della settimana temperature in calo anche al Sud

Il tempo sarà stabile all’inizio della prossima settimana per il rinforzo dell’alta pressione. Il caldo nel frattempo tenderà ad attenuarsi anche al Sud risultando complessivamente accettabile, grazie alla persistenza di una moderata ventilazione settentrionale con valori raramente superiori ai 30-31°C.
Al Nord e sule regioni centrali adriatiche le temperature potrebbero addirittura risultare temporaneamente inferiori alla norma.

Tags

Articoli correlati

Back to top button